1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 

 
 

Contenuto della pagina

 

A Natale #zanzaunlibro

18 dicembre 2014

Prosegue l'azione promossa dal progetto "Biblioteche in rete a San Vittore" cui partecipa anche la nostra Biblioteca del Confine. Lo scopo è acquistare un libro da donare alle biblioteche del carcere milanese

#zanzaunlibro è un’azione che permette di acquistare un libro e regalarlo a una delle sette Biblioteche interne al Carcere di San Vittore. Per i promotori dell’iniziativa, tra cui c’è anche la Biblioteca del Confine della Casa della carità, è il modo più concreto di sfatare uno dei tanti pregiudizi sul carcere, dove vigerebbe solo una cultura “bassa” e dove le biblioteche interne, essendo ad uso dei soli detenuti, sarebbero luoghi poco accoglienti e poco utilizzati.

L’esperienza di quanto finora realizzato nel progetto Biblioteche in rete a San Vittore dimostra invece il contrario, spiega Cecilia Trotto della nostra Biblioteca del Confine: “Una biblioteca curata, sistemata, fornita di buoni libri, non è solo a uso e consumo di chi è detenuto, ma può diventare un luogo di attrazione culturale per tutti quelli che entrano e lavorano nel carcere, diventando così un centro di confronto e libera circolazione delle idee”.

Ed è proprio di nuovi volumi, adatti alle effettive esigenze dei lettori del carcere, che hanno bisogno queste biblioteche: dizionari bilingue, frasari di italiano per stranieri, libri in lingua straniera, classici, romanzi degli ultimi anni, testi scolastici e audiolibri. E ancora testi di filosofia, geografia, musica, cinema, psicologia, arte, medicina, diritto, cucina, sport...

Da qui l’idea di #zanzaunlibro, presentata durante l’ultima edizione di Bookcity Milano. Ad oggi, a un paio di mesi dal lancio dell’iniziativa, sono stati raccolti 60 libri e 130 euro di voucher. Tra chi ha “zanzato” un libro per San Vittore ci sono anche Roberto Vecchioni, Francesco Guccini, lo scrittore Valerio Manfredi, il vincitore del Premio Campiello 2014 Giorgio Fontata, il comico Giovanni Storti e la scrittrice inglese Sophie Kinsella.

#zanzaunlibro prosegue anche a Natale, e partecipare è semplicissimo: si può “zanzare” un libro online, sul sito hoepli.it, oppure recandosi in una delle librerie aderenti, che si possono trovare sul sito www.bibliorete.org/#zanzaunlibro. In questi punti “zanza” si trovano tutte le indicazioni sui titoli, le lingue, i generi e le tipologie richieste. È anche possibile contribuire acquistando un voucher da 5, 10 o 15 euro.

 
 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina