1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Tra gli “Ulissi” del Piccolo Teatro anche gli ospiti della Casa

26 settembre 2012

Dal 2 ottobre, un ciclo di incontri-spettacoli dedicato all'Odissea in alcuni luoghi insoliti, ma significativi della città di Milano. Tra questi anche il nostro auditorium

Esiste un'Itaca possibile? La città, per chi vive e per chi ci arriva, può essere vissuta come un “porto” definitivo o la sua stessa identità si esprime nel continuo viaggio? “Ulissi. Viaggio nelle odissee”, un ciclo di eventi organizzati dal Piccolo Teatro in programma da ottobre 2012 ad aprile 2013, è nato per cercare di rispondere a domande come queste. E anche la Casa della carità ha dato il suo contributo a questo progetto.

Gli otto incontri-spettacoli, infatti, saranno tutti incentrati su alcuni brani dell'Odissea intorno ai quali si inseriranno altri testi tratti dalla letteratura sacra, classica e contemporanea. Ma anche le storie degli ospiti della nostra struttura.

“I testi – ha spiegato il direttore del Piccolo Sergio Escobar – sono centrali: le parole diventano una riflessione sull'oggi e una lettura del presente per costruire il futuro. Per questo abbiamo deciso di mischiare ai brani di grandi autori, da Omero a James Joyce, da Platone a Karen Blixen, i racconti degli ospiti della Casa, ovviamente nel rispetto dell'anonimato”.

“Le storie – ha aggiunto il regista Marco Rampoldi – avranno la stessa dignità letteraria degli altri testi e verranno anch'esse portate in scena dagli attori”. Sul palco saliranno alcuni dei più grandi interpreti del teatro contemporaneo: da Antonio Catalana a Guido Ceronetti, da Federica Fracassi a Marco Paolini, da Paolo Rossi a Toni Servillo.

Accanto a loro, per riflettere su quando letto in scena, ci saranno personalità della società civile, tra cui anche il nostro presidente don Virginio Colmegna.

“Alla Casa della carità – ha detto – incontriamo ogni giorno tanti Ulissi, con i loro volti e le loro storie. Arrivano da Lampedusa, ma anche da Milano, hanno storie fatte di emigrazione, sofferenza, problemi economici e di salute mentale. Le vogliamo far diventare storie di tutti perché la cultura fatta partendo dai cosiddetti non luoghi apre grandi prospettive di cambiamento. Il teatro, quello fatto guardando le facce delle persone, può aiutarci a rompere assistenzialismo e pietismo”.

L'incontro al quale parteciperà don Colmegna, insieme a Eva Cantarella e Marco Paolini, sarà quello del 7 marzo, alle 17.30, al Mercato Comunale di piazza Wagner. Il titolo è “Intorno al cibo”.

Il 7 febbraio, invece, l'auditorium “Teresa Pomodoro” della Casa ospiterà la serata “L'io in cammino”, sempre alle 17.30, con le letture di Moni Ovadia, le riflessioni di Giulio Goriello e Paolo Rumiz e le musiche dei ragazzi del progetto “Sulla strada della musica”.

[nella foto sopra, la conferenza stampa di presentazione di "Ulissi. Viaggio nelle odissee". Sulla sinistra, don Virginio Colmegna]

Notizie CULTURA

  1. 25/09/19 | Con uno sguardo umano, quinto appuntamento

    Mercoledì 25 settembre alla Casa della cultura, incontro dedicato ad ambiente, diritti, etica

     
  2. 23/07/19 | Alla Casa un pranzo d'artista con il Teatro Alkaest

    Da "Il pranzo di Babette", una narrazione sull'accoglienza e la gioia della condivisione

     
  3. 11/07/19 | Perché ci conviene: nuovi strumenti per la promozione del lavoro e dell'inclusione della popolazione straniera in Italia

    L'11 luglio alla Camera, convegno promosso dalla campagna Ero Straniero

     
  4. 11/07/19 | Don Colmegna: basta con lo scontro ideologico sull'immigrazione

    Serve una nuova legge, che promuova legalità e regolarità, sia rispettosa dei diritti umani e serva al Paese per crescere

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina