1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Sulla strada della musica: suonano i nostri ragazzi rom

21 novembre 2011

Domenica 27 novembre concerto al Conservatorio

Il 28 settembre 2010 il Conservatorio di Musica "G. Verdi" di Milano e la Casa della Carità hanno firmato un Protocollo per la  realizzazione di azioni di collaborazione, che prevede l'organizzazione di corsi di violino e fisarmonica per bambini e adolescenti, provenienti dai campi rom, ma estesi anche a bambini di nazionalità diverse, le cui famiglie prendono parte ai progetti di accoglienza della Casa della carità, struttura voluta dal cardinal Martini.

I corsi hanno avuto inizio nel mese di novembre 2010, all'atto dell'inaugurazione del nuovo Anno Accademico del Conservatorio di Milano. Obiettivo dei corsi non soltanto far acquisire capacità musicali ai partecipanti, ma anche inaugurare un nuovo modello di esperienza di integrazione culturale. Là dove la musica si faccia linguaggio comune, capace di avvicinare ragazzi provenienti da esperienze di vita e da realtà sociali lontane e diverse tra loro, eppure conciliabili in nome di una crescita migliore.

Il Conservatorio di Musica "G. Verdi" di Milano ha offerto e continua ad offrire gratuitamente un corso di violino e un corso di fisarmonica, facendosi carico del percorso formativo destinato ai giovani partecipanti al progetto, di cui sono docenti gli allievi degli ultimi corsi, scelti con concorso interno, che lavorano con la supervisione dei docenti del Conservatorio. Inaugurato con l'inizio di novembre 2011 il secondo anno di questi corsi.
La Casa della carità, tramite i propri educatori, coinvolge bambini e adolescenti. Fine ultimo dei corsi è formare una vera e propria orchestra che in futuro possa tenere concerti aperti al pubblico. Il Protocollo siglato tra le due realtà prevede inoltre un impegno comune a realizzare altri progetti volti alla promozione della cultura musicale in ambiti di marginalità sociale.

Per Arnoldo Mosca Mondadori, Presidente del Conservatorio di Musica "G. Verdi" di Milano, che ha fortemente voluto questo progetto di collaborazione, il messaggio è chiaro: «Il progetto di collaborazione tra il Conservatorio di Milano e la Casa della Carità ci invita, anzi ci obbliga, ancor più che in passato, a lavorare sui talenti, di cui ogni ragazzo, indipendentemente dalla sua storia o dalla sua provenienza, è dotato. I talentuosi allievi del nostro Conservatorio impartiscono lezioni di musica a ragazzi che con la musica vivono da sempre, che hanno la musica dentro di sé. Il Conservatorio di Milano intende coltivare i talenti a 360°, si impegna a togliere da uno stato di marginalità ragazzi che hanno dentro di sé potenzialità straordinarie.

Il sogno è quello di mettere in relazione mondi lontani, attraverso l'universalità di un messaggio, che solo l'arte sa portare». Il prossimo 27 novembre alle ore 18.30 presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano si terrà il primo concerto pubblico, esito del percorso formativo svolto dai ragazzi rom, che hanno seguito i corsi del Conservatorio durante l'Anno Accademico 2010/2011. Ne saranno protagonisti gli stessi ragazzi insieme ai loro docenti. Sulla strada della musica è il titolo dell'appuntamento che racconta la storia di chi vive la strada come una propria seconda casa, come palcoscenico naturale su cui esibirsi e che ora ha scelto una strada diversa, di crescita e di formazione.

Programma Domenica 27 novembre
Conservatorio di Musica "G. Verdi" di Milano, Sala Verdi, ore 18.30
Hora staccato (Traditional)
solisti: Edward (violino), Sandro Cerino (flauto)
Hora Martisorului (Traditional)
solisti: Edward (violino)
Hora duo (Traditional)
solisti: Sergiu (violino), Luis (fisarmonica), Sandro Cerino (flauto)
Lume Lume (Traditional)
solisti: Patrizio (violino), Rebecca, Isabella, Roxana (voci) con tutti gli altri - Traditional
C.Velasquez, Besame Mucho
solisti: Eduard (clarinetto), Gianni, Vasile (violino)
N. Rimskij-Korsakov The Bumble Bee flight (Il Volo del Calabrone)
solisti: Luis, Francesco Moretti (insegnante) (fisarmonica)
J. Pachelbel, Canone in Re
solista: Albert (violino)
C. Gardel, Por una Cabeza
solisti: Gianni, Luigi (violino)
A. Vivaldi, Variazioni sul tema della Follia
solisti: Luigi, Vasile (violino)
A. Cerino, Aria Invernale
solisti: Leonard (violino), Sandro Cerino (alto sax)
A. Cerino, Aria Estiviva
solisti: Ciprian (violino), Sandro Cerino (alto sax)
A. Cerino, My Manea
solisti: Luigi, Edward, Vasile, Gianni, Sergiu, Leonard, (violino), Rebecca, Isabella, Roxana
(danza) con tutti gli altri
A. Cerino, Memorie Gitane
solisti: Tudor, Daniel, Albert, Claudio (fisarmonica)
A. Cerino, Occhi Gitani
Con tutti i ragazzi
Arrangiamenti e direzione Alessandro Cerino
Orchestra:
Pietro Boscacci, violino
Marta Pistocchi, violino
Caterina Flores, viola
Alessio Scanziani, violoncello
Francesco Moretti, fisarmonica
Loris Facchin, fisarmonica
Stefano Grassi, contrabbasso
Seba Bubba Sempio, percussioni
Sandro Cerino, sax alto&soprano, flauto

Ma non è tutto. Il concerto è parte di un percorso più allargato che nasce dalla collaborazione tra il Conservatorio di Musica "G. Verdi" e il Carcere di Opera, dove alcuni detenuti sono impegnati in un laboratorio in cui fabbricano violini in maniera professionale. L'idea è di dare piena dignità a questo laboratorio. Tra il Conservatorio e l'Associazione "Opera in Fiore" è in essere una convenzione che vuole che il Conservatorio acquisti i violini fabbricati dai carcerati e li metta a disposizione degli allievi legati al progetto "Sulla strada della musica". In occasione del concerto del 27 novembre, saranno proprio i carcerati di Opera a consegnare ai ragazzi Rom gli strumenti costruiti per loro.

L'ingresso al concerto è ad offerta libera  destinata alla continuazione del progetto "Sulla strada della musica".

Notizie CULTURA

  1. 20/03/19 | il 20 marzo la presentazione del libro "Una vocazione controcorrente"

    Iniziativa editoriale che ha coinvolto don Colmegna con Enrico Finzi e la suora clarissa cappuccina Chiara Francesca Lacchini. 

     
  2. 14/03/19 | Africa, alle radici dell'immigrazione

    Il 14 marzo, il convegno internazionale del Centro Studi SOUQ ospiterà Adama Dieng, sottosegretario ONU consigliere del Segretario Generale sul genocidio

     
  3. 13/03/19 | Sei anni di pontificato di Papa Francesco

    Il 13 marzo 2013 Jorge Mario Bergoglio venne eletto a successore di Pietro: una riflessione di don Colmegna

     
  4. 25/02/19 | Con uno sguardo umano, secondo appuntamento

    Lunedì 25 febbraio alla Casa della carità, incontro dedicato alle disuguaglianze

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina