1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Distribuito a Milano il numero 0 di Roma Cultural Magazine

30 luglio 2013

Alcuni ragazzi rom seguiti dalla Casa hanno partecipato al lancio di un periodico gratuito pensato per far conoscere meglio "un popolo poco e mal conosciuto" - FOTO

“Perché, tu sei rom?!” Loredana solleva gli occhiali da sole e ribatte al signore al quale ha appena offerto una copia gratuita di Roma Cultural Magazine: “Si, certo!”. Il suo interlocutore non se l'aspettava. Rimane un attimo perplesso, sorpreso, quasi spiazzato quando questa ragazza che ha il piercing al naso, indossa una maglietta sbracciata e un paio di jeans corti e parla un perfetto italiano, gli rivela la sua identità. A quel punto, non gli resta che prendere il giornale e continuare a passeggiare.  

Di copie di questo nuovo magazine Loredana, nei giorni scorsi, ne ha distribuite alcune centinaia in centro a Milano. Con i suoi occhiali neri e sotto un sole battente, si è mossa tra piazza Duomo, via Dante e piazza della Scala, sfidando l'afa di questi giorni milanesi e il pregiudizio che stigmatizza la più grande minoranza europea. Roma cultural magazine è un trimestrale realizzato all'interno del programma dell'Unione Europea Fundamental rights and citizenships, è pensato per “favorire la conoscenza di un popolo poco e mal conosciuto” e nel capoluogo lombardo è stato distribuito grazie al supporto della Casa che ha coinvolto alcuni giovani rom seguiti dalla fondazione.  

Loredana è una di questi e ha deciso di metterci la faccia. “Tanto – dice divertita – anche al lavoro, a volte, per scherzare, mi chiamano la zingara. Sanno che sono rom e non ci sono problemi”.

Nata e cresciuta in Romania, nella provincia meridionale di Craiova, Loredana è arrivata in Italia insieme alla famiglia quando aveva otto anni e ha vissuto in più di un campo. Ora ne ha compiuti 23, vive in un appartamento insieme ai suoi, fa la cameriera in un ristorante, ha preso la patente, non è sposata e ama il canto a tal punto da volerne fare una professione. “Domani torno una settimana al mio paese perché devo cantare a un matrimonio” spiega mentre si riposa. Poi si rialza e continua a distribuire con garbo e affabilità.

C'è chi non la ascolta nemmeno, chi prende e non guarda, chi dà un'occhiata, chi capisce che si tratta di rom e, allora, non ne vuole proprio sapere oppure, se ha già la sua copia in mano, la restituisce in tutta fretta. C'è anche chi le ricorda che “i rom rubano” e allora lei sfodera la giusta dose di decisione per ricordare loro che “non tutti i rom sono d'accordo con i rom che sbagliano solo perché appartengono allo stesso gruppo. Come gli italiani, i rom non sono tutti uguali”. E il sorriso di Loredana, le sue scelte e le sue parole sono il modo migliore per farlo capire.  

[sopra, Loredana distribuisce Roma Cultural Magazine
in piazza Duomo - foto di Matteo Cogliati]

Notizie PERSONE

  1. 13/07/20 | Il guardaroba della Casa riapre il 7 settembre

    Dal 14 luglio non è più possibile consegnare donazioni di indumenti

     
  2. 01/07/20 | Coronavirus, riaperti i servizi diurni della Casa

    Tornati gradualmente a operare lo sportello legale, lo sportello per la residenza anagrafica e il guardaroba. Il centro d’ascolto è temporaneamente trasferito in piazza Costantino. 

     
  3. 26/06/20 | Vivere il presente, immaginando il futuro

    Un'intervista con Iole Romano, responsabile dell'area "Cura della Casa" e della comunità SoStare

     
  4. 24/06/20 | Vivere il presente, immaginando il futuro

    Un'intervista con Fiorenzo De Molli, responsabile del Settore Accoglienza della Casa

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Vuoi fare una donazione?

Iniziative di spiritualità

 
Torna ad inizio pagina