1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Una Rete nazionale per condividere le buone pratiche della solidarietà

6 febbraio 2014

Il 3 febbraio, il nostro auditorium ha ospitato la rete di associazioni promossa dagli Amici della Casa

Lunedì 3 febbraio l’auditorium “Teresa Pomodoro” delle Casa della carità ha ospitato il terzo incontro di Fare Rete, costituente rete nazionale tra realtà e personalità che si riconoscono nei valori solidali della Fondazione presieduta da don Virginio Colmegna. L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione Amici Casa della carità e dalla sua presidente Maria Grazia Guida e, già della prime riunioni in autunno, ha incontrato l’entusiasmo di tante personalità attive nel terzo settore e di altrettante associazioni che hanno accettato di buon grado l’invito dell’Associazione a incontrarsi periodicamente per condividere le proprie riflessioni e le proprie buone pratiche.

Dalla dozzina presente al primo incontro, il numero delle realtà coinvolte è cresciuto fino alla trentina; il maltempo di questi giorni non ha agevolato gli spostamenti e alcuni membri della rete sono stati costretti a rinunciare all’incontro milanese dove tra gli altri erano presenti: Massimo Toschi, don Giovanni Nicolini  e don Scimé, parroco nelle periferie bolognesi, Roberto Dionigi e don Loffredo, Arnoldo Mosca Mondadori, Enrico Finzi, sociologo e Amico della Casa, don Mauro Frasi, della parrocchia di Santa Maria del Giglio di Montevarchi; suor Simona e suor Letizia, della Fraternità della visitazione di Pian di Scò (Ar), don Enzo Capitani e Fabio Sciarretta della fondazione L’Altra Città; Faustina Clerici, della Fondazione Qui le Stelle; don Arturo Cristani, della comunità Casa del Giovane di Pavia; Amelia Frascaroli, assessore alle politiche sociali del Comune di Bologna, don Nandino Capovilla, coordinatore nazionale Pax Christi; e suor Natalina Marise della Lega del Bene di Pavia.

L’incontro è stato momento di confronto sui temi cruciali per  queste associazioni, si è parlato di crisi economica e morale, di Papa Francesco, di carità, di famiglia, di povertà degli ultimi, da sradicare senza farne un’ideologia, e della nostra, da perseguire come misura di sobrietà del vivere.  Silvia Landra, direttrice della Fondazione, si è detta molto felice di poter ospitare quest’iniziativa dell’Associazione Amici che “permette alla Casa di continuare a vivere come luogo di dialogo e pensiero condiviso tra le persone di buona volontà” come “un vero laboratorio dell’esperienza solidale” ha detto poi don Colmegna. Maria Grazia Guida, presidente dell’Associazione Amici promotrice dell’evento, ha ricordato come “la carità sia un fatto che richiama prima di tutto all’esperienza personale, a una sensibilità intima del proprio agire”.

 

Notizie MILANO

  1. 04/03/19 | 2 marzo, in duecentomila per i diritti e l’inclusione

    "Milano ha dimostrato e dimostra ogni giorno che l'accoglienza è un seme di coesione sociale" 

     
  2. 25/02/19 | Con uno sguardo umano, secondo appuntamento

    Lunedì 25 febbraio alla Casa della carità, incontro dedicato alle disuguaglianze

     
  3. 23/01/19 | Casa della carità e Casa della cultura insieme, per tornare ad avere uno sguardo umano

    Da lunedì 28 gennaio, un ciclo di incontri di informazione e riflessione 

     
  4. 19/01/19 | Raccolta straordinaria di indumenti invernali

    Sabato 19 gennaio dalle 9 alle 18, i volontari del guardaroba vi aspettano in via Brambilla 

     
leggi tutte le notizie

 
 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina