1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Punto sociale: un solo sportello per tutti i problemi dei cittadini

23 gennaio 2013

Un progetto sperimentale presentato durante il Forum delle Politiche sociali al quale prende parte anche la nostra fondazione

Superare l’attuale organizzazione settoriale dei servizi sociali divisi per area di attività – minori, persone con disabilità, anziani, adulti in difficoltà – per dar vita in ogni zona della città di Milano a “Punti sociali” e cioè a centri di accesso sociale unici e generalisti nei quali i cittadini con diverse problematiche da risolvere si potranno rivolgere per trovare una risposta e una soluzione.

Questa una delle proposte più importanti, della quale si è discusso al Secondo Forum delle politiche sociali, in particolare all'incontro del  18 gennaio. Il progetto vedrà adesso l’avvio della fase di sperimentazione grazie alla collaborazione tra il Comune di Milano, l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, il Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano, l’Associazione Avvocati per niente e la nostra fondazione.

Come si legge nel documento che sancisce intesa, l’obbiettivo è quello di “promuovere la sperimentazione di un Punto sociale dei servizi di rete per definire e sperimentare un modello di impostazione e organizzazione che sia trasferibile alle altre zone e, di conseguenza, riorganizzare il sistema di welfare milanese attraverso un’attenta esplorazione di quali sono le principali criticità nella produzione di risposte da parte dei servizi pubblici e del terzo settore a problematiche sociali che vengono generalmente trattate in modo settoriale, la creazione di connessioni stabili e formalizzate tra le organizzazioni pubbliche e private del territorio che a vario titolo operano sul tessuto sociale dei quartieri”.

Il Punto Sociale dei servizi in rete – si legge sempre nel documento – “si dovrà configurare come un luogo fisico in cui agiscono in modo combinato diversi soggetti ed agenzie, accessibile ai cittadini ma anche proiettato a raggiungere il cittadino nei suoi contesti di vita sociale affinché si possano individuare problematiche e necessità sociali delle persone da formulare poi in termini specifici, richiedendo l’intervento di un servizio particolare o un’azione trasversale”.

Insomma, una sorta di sportello unico nel quale i cittadini trovino un solo interlocutore capace di dar risposte alle diverse domande d’aiuto che possono interessare un nucleo familiare o un solo individuo: dai problemi abitativi a quelli della salute, dalle emergenze legate all’emarginazione ai diritti di cittadinanza.

Il progetto intende affrontare quattro nodi critici che riguardano l’efficacia delle politiche del Comune di Milano per lo star-bene dei cittadini: la frammentarietà dei servizi pubblici, l’esistenza di problemi e bisogni che non sono ancora visibili, la scarsità di dati in materia e quella delle risorse finanziarie a disposizione.

Nella sperimentazione del “Punto sociale di servizi in rete” la Fondazione Casa della carità fornirà supporto gratuito nella formazione e nella supervisione dell'esperienza, in sinergia con gli altri soggetti, riconducendo la casistica che sarà raccolta all’elaborazione di strategie di azione più generali ed efficaci. Mentre l’Associazione Avvocati per Niente metterà a disposizione, gratuitamente, le sue competenze giuridiche.

 

Notizie DIRITTI

  1. 04/10/19 | Sull'immigrazione serve un nuovo impegno della Politica

    Il messaggio della Casa per la Giornata in memoria delle vittime dell'immigrazione

     
  2. 30/08/19 | Si facciano sbarcare tutti i naufraghi a bordo della Mare Jonio

    Un appello delle associazioni italiane, cui aderisce anche la Casa

     
  3. 25/06/19 | Una Casa aperta. Sempre. A tutti

    In un anno, la Fondazione ha aiutato 4.609 persone in difficoltà. Lo rivela il Bilancio di sostenibilità 2018, presentato in un incontro sul futuro del terzo settore con il professor Stefano Zamagni

     
  4. 18/06/19 | Ero Straniero, comincia la discussione parlamentare

    Oggi, 18 giugno, la prima audizione in Commissione Affari Costituzionali

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina