1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Via Brambilla-Assisi, in viaggio per la pace con i 12 della Casa

Nelle parole del nostro operatore Stefano Bianchi, la partecipazione della Fondazione alla Marcia per la Pace Perugia - Assisi

“Nei centomila che domenica 19 ottobre hanno percorso i 24 chilometri della Marcia della pace e della fraternità da Perugia a Assisi c’eravamo anche noi”, racconta con l’orgoglio del reduce Stefano Bianchi, operatore della Casa della carità. Un’esperienza bellissima che ha rafforzato legami d’amicizia e aperto nuovi contatti con il mondo della solidarietà, della pace e della giustizia sociale.

Erano partiti sabato mattina alle 8,30 Stefano e gli altri undici, Ismail e Razzhak, Fatima e Johanna, Silvano e Abdelhadi, Timnit ed Elisa, Ahmed e Iole, una delegazione che più internazionale non si poteva. 

Alcuni sul pulmino della Casa, altri, compreso il cane Dafni, sull'auto di Iole. Otto ore dopo, con regolari soste in Autogrill e l’onnipresente coda a Roncobilaccio, l’arrivo ad Assisi. Il più teso della compagnia Stephan, ospite camerunense di via Brambilla, che il giorno dopo – ecco il motivo della tensione – avrebbe dovuto intervenire sul palco della manifestazione. Ce la farò?, sembrava ripetersi in continuazione incrociando gli occhi degli altri.

Ce l’ha fatta, Stephan. Attorno a lui, sotto il palco, un mare di bambini e ragazzi delle scuole e davanti i gonfaloni dei tantissimi comuni presenti con il loro sindaco e i loro assessori. Sopra il palco lui a parlare del suo Camerun, dei problemi degli amici e dei parenti rimasti in Africa, della sua avventura da migrante, del suo lungo percorso verso l’Italia, l’arrivo a Milano, l’approdo alla Casa della carità. Teso all’inizio, rilassato come un oratore di vecchia data, Stephan che ha chiuso il suo intervento auspicando una soluzione per i tanti migranti come lui e soprattutto auspicando la pace per i tanti paesi in guerra.

Con venti chilometri nelle gambe, stanchi ma felici, il viaggio per la pace dei dodici della Casa è finito nel relax davanti alla mole di Santa Maria degli Angeli dove, chiude Stefano, “ tutti insieme ci si è goduti un meritato gelato”. E poi via, di nuovo in pulmino e in auto verso Milano, verso la notte di un giorno comunque indimenticabile.

 
 

Notizie CULTURA

  1. 28/03/20 | Impegniamoci affinché il "dopo" non sia uguale al "prima"

    Una riflessione di don Virginio, a partire dalla lettera aperta dell'Associazione Laudato Si' sullo stop alle attività lavorative non essenziali

     
  2. 26/03/20 | RaccontaMi torna... online

    Percorso formativo di scrittura creativa, storytelling e terapia della narrazione

     
  3. 17/03/20 | "Seminare accoglienza, raccogliere futuro". Il libro di Ero Straniero

    Il volume curato dalla Casa raccoglie contributi di tante personalità che negli anni hanno contribuito con la Fondazione al dibattito sull'immigrazione, fino alla nascita della campagna "Ero Straniero"

     
  4. 12/03/20 | Libri contro il virus

    I consigli di lettura della nostra Biblioteca del Confine per affrontare l'isolamento

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina