1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

I tragici fatti di Parigi

14 novembre 2015

La Casa della carità e il suo presidente don Virginio Colmegna condannano con forza ogni forma di violenza, ogni atto che alimenta e giustifica l’odio e ogni utilizzo vile e strumentale della religione

All’indomani dei tragici fatti avvenuti in Francia, la Casa della carità e il suo presidente don Virginio Colmegna piangono le vittime degli attacchi che hanno colpito Parigi, stringendosi alle famiglie delle vittime e a tutto il popolo francese in un abbraccio commosso e solidale.

La Fondazione, in nome dei suoi valori, della sua storia e del suo operato, condanna con forza ogni forma di violenza, ogni atto che alimenta e giustifica l’odio e ogni utilizzo vile e strumentale della religione.

Come Casa della carità, inoltre, ribadiamo con convinzione la nostra volontà di operare, ogni giorno, per combattere la violenza, riaffermando i valori europei su cui si basano le nostre democrazie e riscoprendo umanità e fratellanza, sono premesse fondamentali per affrontare le difficili sfide poste da una società plurale come la nostra.

Al tempo stesso, ci vogliamo anche adoperare affinché le paure - comprensibili e giustificate - delle persone comuni vengano accolte, condivise e affrontate, ma non biecamente strumentalizzate, generando ulteriori chiusure e intolleranze e facendo il gioco degli stessi terroristi.

Per questo, siamo convinti che la reazione più importante all’immane tragedia che si è consumata a Parigi l’abbiano avuta tutti quei cittadini che, ad attacchi ancora in corso, hanno deciso di aprire la loro porta di casa per ospitare chi non riusciva a raggiungere la propria residenza visto il caos.

#PorteOuverte. Porte aperte: per la Casa della carità è questa la risposta che ciascuno di noi può dare contro il terrorismo, contro le paure, contro chi ci vuole gli uni contro gli altri.

 

Notizie CULTURA

  1. 28/03/20 | Impegniamoci affinché il "dopo" non sia uguale al "prima"

    Una riflessione di don Virginio, a partire dalla lettera aperta dell'Associazione Laudato Si' sullo stop alle attività lavorative non essenziali

     
  2. 26/03/20 | RaccontaMi torna... online

    Percorso formativo di scrittura creativa, storytelling e terapia della narrazione

     
  3. 17/03/20 | "Seminare accoglienza, raccogliere futuro". Il libro di Ero Straniero

    Il volume curato dalla Casa raccoglie contributi di tante personalità che negli anni hanno contribuito con la Fondazione al dibattito sull'immigrazione, fino alla nascita della campagna "Ero Straniero"

     
  4. 12/03/20 | Libri contro il virus

    I consigli di lettura della nostra Biblioteca del Confine per affrontare l'isolamento

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina