1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

La Casa in favore della sospensione della legge regionale sui luoghi di culto

6 marzo 2015

La richiesta presentata da Asgi e Avvocati per Niente al Governo è sostenuta anche dalla nostra Fondazione perché, spiega don Virginio Colmegna, "la libertà di culto è uno dei valori più alti della democrazia"

È stata depositata oggi da Asgi (Associazione Studi Giuridici sull'Immigrazione) e Avvocati per Niente l'istanza di impugnativa con sospensiva della legge della Regione Lombardia n.2/2015,del 3 febbraio 2015 "principi per la pianificazione delle attrezzature religiose".

Si tratta di una richiesta al Governo che i due enti hanno fatto con il sostegno di molte altre realtà lombarde. Tra queste c'è anche la nostra Fondazione perché, come ha spiegato il suo presidente don Virginio Colmegna
"promuovere e difendere la libertà di culto è certamente uno dei valori più alti della democrazia".  


Qui sotto il testo del comunicato congiunto diffuso oggi da Asgi e Avvocati per Niente.


ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione) e APN (Avvocati per Niente) presentano al Governo istanza congiunta con importanti realtà cattoliche, musulmane, evangeliche e induiste. Aderisce all’appello anche la Consulta Milanese per la Laicità delle Istituzioni.

Da Milano a Brescia le realtà lombarde sono in prima linea nell’invocare una tutela immediata per la lesione dei diritti nell’ambito religioso a causa dell’entrata in vigore della lr n. 3/2015, detta, impropriamente, “legge anti-moschee”.

Si tratta di una legge anticostituzionale che intacca i diritti fondamentali di migliaia di Lombardi di diverse fedi, domandarne la sospensione immediata alla Corte Costituzionale è una richiesta più che legittima” ritiene l’avv. Aberto Guariso dell’ASGI.

Sì può e si deve sospendere questa legge; la materia urbanistica è già disciplinata dalla precedente versione della lr 12 del 2005″ ribadisce l’avv. Marina Ingrascì Presidente di APN.

Milano non può ospitare l’Expo chiedendo ai visitatori di lasciare nei propri Paesi il credo religioso di ciascuno, tanto meno sì può pensare di impedire la preghiera a chi vive in Lombardia” dichiara Davide Piccardo Coordinatore del CAIM (Coordinamento delle Associazioni Islamiche di Milano e Monza e Brianza).


La Lombardia non può diventare una regione a “diritto zero” in materia religiosa, agiamo contro questa legge da soli e con le altre realtà religiose
” ribadisce il pastore Riccardo Tocco Presidente del COEN (Conferenza Evangelica Nazionale).

Nonostante la stipula di un’intesa con lo Stato Italiano, questa legge intacca i diritti dei nostri fedeli in tutta la Regione” dichiarano Ravicandra e l’avv. Di Maria, rispettivamente Presidenti delle Unioni Induiste di Milano e Roma.

Forte e deciso anche il sostengo di importanti realtà cattoliche meneghine che sottoscrivono l’istanza congiunta e condannano fermamente questa legge.

Il Presidente della Comunità di Sant’Egidio, Giorgio del Zanna, dichiara “Oggi ci sono sfide nell’ambito dei diritti e della convivenza, noi vogliamo coglierle positivamente e fare un passo avanti, che sia un passo insieme e un passo per gli altri, soprattutto per i giovani” e il Presidente della Casa della carità, don Virginio Colmegna, ricorda “promuovere e difendere la libertà di culto è certamente uno dei valori più alti della democrazia“.

Così, facendo fronte comune, si domanda al Presidente del Consiglio Matteo Renzi di impugnare già al prossimo Consiglio dei Ministri la legge lombarda domandandone l’immediata sospensione.




Notizie DIRITTI

  1. 04/01/19 | Don Colmegna: continueremo ad agire secondo il principio "Prima le persone"

    Una riflessione del nostro presidente nel dibattito nato dall'intenzione di alcuni sindaci di sospendere parti del decreto sicurezza

     
  2. 18/12/18 | Natale: un momento intenso di gioia e condivisione

    Il messaggio di don Colmegna per il 25 dicembre e il calendario delle iniziative fino al 6 gennaio 2019. LEGGI L'OMELIA DELLA NOTTE DI NATALE

     
  3. 28/11/18 | Con il Decreto Sicurezza aumenterà l'illegalità e sarà a rischio la coesione sociale

    Don Colmegna: "Continueremo a impegnarci e a lavorare ogni giorno per promuovere politiche di apertura e solidarietà"

     
  4. 27/11/18 | Superamento campi rom: per la Casa occorre seguire le linee della Strategia Nazionale

    Prima di procedere alla chiusura di un insediamento, è necessario condividere percorsi di uscita con le persone che vi avevano trovato casa

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina