FlexCMP

"Cortili, arte e follia": una mostra al Molise Calvairate

23 giugno 2015

Un’esposizione di quadri di Michele Miotto, ma anche un percorso tra i cortili del quartiere, per liberare pensieri, energie e relazioni tra gli abitanti, attraverso l’incontro con l’arte e il disagio psichico

Un quartiere critico, carico di problemi e contraddizioni, a volte causa di disagio. Ma non solo. Un luogo dove si creano legami e relazioni, dove si può trovare il proprio modo di esprimersi e ottenere riscatto.

Questo è il Molise Calvairate, dove da anni la Casa della carità con il Comune di Milano, e in convenzione con il Dipartimento di salute mentale dell'Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico, portano avanti il progetto “ProviamociAssieme”, finalizzato al sostegno all'abitare e al miglioramento della qualità della vita di persone con problemi di salute mentale di questa zona della città. 


Utente storico di ProviamociAssieme è Michele Miotto, un paziente che usa l’arte e la poesia come autoterapia e forma di espressione del disagio.

Recentemente ha anche seguito il corso per Facilitatori sociali, conseguendo il diploma, e diventando quindi “esperto del sostegno fra pari”. I suoi quadri, da tempo, sono esposti sulle pareti del centro dove si svolgono le attività del progetto. Dal 25 giugno al 30 luglio, le opere di Michele saranno anche oggetto della mostra “Cortili, arte e follia”, allestita nel Laboratorio di Quartiere di via Faà di Bruno 5.


Il Laboratorio di Quartiere è un luogo di partecipazione, che svolge un’azione di accoglienza, ascolto, orientamento e informazione a livello locale, in merito al Contratto di Quartiere Molise-Calvairate, finalizzato al recupero edilizio, economico e sociale di quest’area, come di altre aree critiche della città. Il laboratorio, di cui il progetto Proviamoci Assieme della Casa della carità è partner, promuove diverse iniziative e ha proposto a Michele, con cui era entrato in contatto proprio durante una di queste attività, di organizzare una mostra dei suoi quadri.

“È bello che questa iniziativa sorga nel quartiere, segno che il lavoro di integrazione, che proviamo a fare da sempre, tra il quartiere stesso e chi, tra quelli che ci vivono, soffre di disagio psichico, sta dando i suoi frutti”, commenta Massimiliano Soldati, psicologo del progetto Proviamoci Assieme.

Ma non finisce qui. Con la “fase due” di questa iniziativa, si vuole provare portare l’arte nei cortili del quartiere, per provare a coinvolgere, per esempio, gli anziani della zona e le altre realtà del territorio. 

Tra luglio e settembre, insieme ad alcuni esperti, nei cortili di Molise-Calvairate verranno realizzati dei laboratori che, a partire dalle opere di Michele Miotto, permetteranno un avvicinamento degli abitanti all’arte.


La mostra “Cortili, arte e follia” è gratuita e sarà aperta al pubblico dal 25 giugno al 30 luglio nei seguenti orari: tutti i mercoledì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 (nei pomeriggi sarà presente l’artista) e tutti i giovedì dalle 14 alle 18.

L’inaugurazione, prevista giovedì 25 giugno alle 19, sarà preceduta alle ore 18 da una tavola rotonda a cui interverranno: Daniela Benelli (assessore alla Casa, Demanio e Area metropolitana), Jessica Motto (arte terapeuta clinica), Massimiliano Soldati (psicologo, Progetto Proviamoci Assieme della Fondazione Casa della carità), Michele Miotto (pittore e poeta), Paolo Diliberto (educatore professionale – Cps viale Puglie) e il presidente della nostra Fondazione don Virginio Colmegna. Modera: Ulderico Maggi (laboratorio di Quartiere Molise-Calvairate).


Per informazioni: laboratorio@cdqmolisecalvairate.com

 

Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" - via Francesco Brambilla 10 - 20128 Milano - C.F. 97316770151 - Credits

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito