FlexCMP

#CasaSicilia

10 aprile 2015

Dal 13 al 17 aprile, da Catania a Lampedusa: un viaggio per conoscere meglio i luoghi degli sbarchi e dell’accoglienza dei migranti con cui ogni giorno la Fondazione lavora. Segui anche tu il viaggio!

 
Rivivi il viaggio su casasicilia.tumblr.com (clicca qui).



Lampedusa e la Sicilia.
Per migliaia e migliaia di migranti con cui la Casa ha lavorato e continua a lavorare, sono state il primo approdo in Italia e in Europa.

Lo sono state per la maggior parte dei profughi provenienti da Siria ed Eritrea che la scorsa estate sono stati ospitati in emergenza nel nostro auditorium e alla parrocchia di Affori e, prima, per i giovani africani fuggiti dalla guerra in Libia contro Gheddafi nel 2011. Lo sono state per i minorenni che, da soli, ancora adolescenti, hanno lasciato l’Egitto dopo la caduta di Mubarak e per tanti altri uomini e donne che sono partiti dai loro Paesi alla volta dell’Europa per cercare di migliorare le loro condizioni di vita. Lo sono state, spesso, anche per i migranti che ogni settimana fanno la fila al nostro centro d’ascolto o aspettano di essere ricevuti dal nostro sportello legale.

Le coste siciliane e, soprattutto, l’isola di Lampedusa sono per tutte queste persone dei luoghi dal forte valore simbolico, ma al tempo stesso anche dal grande impatto reale sulla vita che condurranno nel nostro Paese e nel nostro continente.

È per questo che la Casa ha deciso di farne la meta di un viaggio di conoscenza che vedrà impegnati tre suoi operatori dal 13 al 17 aprile.

Vi parteciperanno i responsabili dell’accoglienza Fiorenzo De Molli e Peppe Monetti e l’addetto stampa Paolo Riva per visitare i luoghi di arrivo e accoglienza dei migranti, per incontrare personalità e associazioni impegnate sul territorio, per osservare e riflettere, a contatto con una realtà fisicamente distante da Milano, ma strettamente connessa con il contesto in cui la Fondazione si trova ogni giorno ad operare.

Fiorenzo, Peppe e Paolo viaggeranno per una settimana tra Catania, Noto, Modica, Agrigento e, ovviamente, Lampedusa, in linea con la tradizione della Casa, che già in passato ha viaggiato nei luoghi di provenienza di alcune delle persone con cui è entrata in relazione nei suoi dieci anni di vita, dal Senegal alla Romania.

Sarà possibile seguire il viaggio sul sito della Casa della carità e sui social network con l’hashtag #CasaSicilia

 

Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" - via Francesco Brambilla 10 - 20128 Milano - C.F. 97316770151 - Credits

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito