FlexCMP

Un momento di silenzio e riflessione dopo i fatti di Parigi

12 gennaio 2015

Si è tenuto venerdì nella nostra Biblioteca del Confine con ospiti, operatori e volontari della Fondazione insieme agli imam Abdellah Tcoina e Mohamed Asafa, Mohsen Mouelhi e Paolo Branca

Venerdì pomeriggio, mentre i terribili fatti di Parigi ancora non si erano conclusi, ci siamo ritrovati insieme nella nostra Biblioteca del Confine. Ci siamo ritrovati ospiti, operatori e volontari della Fondazione, accogliendo la proposta di alcuni fedeli musulmani che vivono la nostra struttura ogni giorno e che hanno pensato che la Casa potesse essere il luogo giusto per cercare di capire cosa è successo a Parigi, perché è successo e come evitare che si ripeta.

Ci siamo ritrovati con 
con l’esperto di Islam Paolo Branca, con il vicario della confraternità Sufi Jerrahi Halveti Mohsen Mouelhi, con Abdellah Tcoina e Mohamed Asafa, i due imam dei centri di preghiera islamici della nostra zona, dove anche molti dei nostri ospiti si recano a pregare. Ci siamo ritrovati insieme, per un momento di riflessione e silenzio, per trasformare in domande importanti ma feconde lo sgomento, l’inquietudine e lo smarrimento che di fronte a certi fatti attanagliano tutti noi - poco importa se e quale credo professiamo. 

Lo abbiamo fatto insieme, per ricominciare di nuovo quel cammino che, dopo questa nuova tragedia, sembra farsi ancora più difficile. Ma lo abbiamo fatto con coraggio, partendo da chi ci sta più vicino.


Leggi il post dedicato all'incontro sul blog di don Virginio Colmegna, presidente della Casa della carità

Guarda, qui sotto, il servizio che il TGR Lombardia di Rai3 ha dedicato all'incontro

 
 

Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" - via Francesco Brambilla 10 - 20128 Milano - C.F. 97316770151 - Credits

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito