1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Hassan Sheikh Mohamoud é il nuovo presidente della Somalia

11 settembre 2012

La sua elezione é motivo di speranza per il paese e per tutti i rifugiati somali. Anche quelli che in questi anni sono stati ospiti in via Brambilla

Hassan Sheikh Mohamoud e' stato eletto dal Parlamento presidente della Repubblica alla seconda tornata di votazioni dopo che, al primo turno, nessuno dei candidati aveva raggiunto il quorum richiesto. Il suo avversario Sharif Sheikh Ahmed, dato per favorito nei sondaggi, ha riconosciuto la sconfitta.
55 anni, professore universitario, secondo ciò che racconta il Post.it, Mohamoud ha fondato lo scorso anno il partito Pace e sviluppo con l'intenzione di formare tecnici qualificati che possano guidare la Somalia alla transizione democratica.

Di fatto priva di un vero governo dal 1991, la Somalia é un paese instabile e diviso: dilaniato dalla carestia e dalla guerra civile e minato dalla dilagante corruzione e instabilità politica. Nel 2011 la più grave siccità degli ultimi 60 anni ha reso la situazione ancora più drammatica. Complessivamente rifugiati somali nel mondo sono 1 milione e 100 mila (erano 770 mila nel 2010), gli sfollati interni 1 milione 400 mila. "In quei profughi dobbiamo vedere la dignità di ogni persona e nel loro destino le nostre responsabilità", scriveva don Colmegna nel suo blog il 7 luglio scorso.

Anche la Casa ha dato il il suo contributo all'accoglienza di queste persone. "Quella somala é una comunità molto forte e solidale", spiega Peppe Monetti, responsabile accoglienza della Casa, "é quindi raro che i loro profughi si rivolgano alle strutture di accoglienza. Di solito trovano tutto l'aiuto di cui hanno bisogno presso la loro comunità e se arrivano a rivolgersi a noi, é perché hanno perso il contatto con le loro reti amicali. In questi anni abbiamo accolto solo diciotto dei tanti somali che sono passati dalla Casa". "In genere poi" continua Peppe "l'Italia é per loro una tappa nella strada verso il nord Europa dove si trovano comunità somale più stabili e radicate".

[sopra, il neoletto presidente Hassan Sheikh Mohamoud
foto ilpost.it
]

 

Notizie PERSONE

  1. 22/03/19 | Reagiamo alla deriva, l'odio non può invadere il mondo

    Dopo l'episodio di San Donato, serve un messaggio di non violenza

     
  2. 14/03/19 | Africa, alle radici dell'immigrazione

    Il 14 marzo, il convegno internazionale del Centro Studi SOUQ ospiterà Adama Dieng, sottosegretario ONU consigliere del Segretario Generale sul genocidio

     
  3. 14/03/19 | Un progetto di difesa dei migranti vittime di tortura e reati

    Lo ha lanciato don Colmegna al termine del convegno "Africa, alle radici dell'immigrazione"

     
  4. 04/03/19 | 2 marzo, in duecentomila per i diritti e l’inclusione

    "Milano ha dimostrato e dimostra ogni giorno che l'accoglienza è un seme di coesione sociale" 

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina