1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Ioan, Marco e i loro violini

3 luglio 2012

La storia di due fratelli che stanno seguendo i corsi del progetto "Sulla strada della musica"

Ioan e Marco sono due fratelli di 7 e 9 anni. Oltre a un taglio di capelli a spazzola con una buona dose di gel, hanno in comune la passione per la musica. Il violino in particolare. Nella comunità nella quale sono cresciuti, non è certo una stranezza. “Anche nostro nonno suonava” racconta il più grande dei due con uno spiccato accento milanese.

La fortuna che molti loro coetanei rom non hanno avuto e che, invece, Ioan e Marco hanno ormai da un anno, è quella di poter coltivare il loro talento al Conservatorio G. Verdi di Milano. Grazie al progetto che l'istituzione milanese ha promosso insieme alla Casa della carità, infatti, i due  fratelli frequentano un vero e proprio corso di violino ogni sabato seguiti da alcuni maestri del Conservatorio e dagli operatori sociali della Casa. Poi, durante la settimana, dopo la scuola, si esercitano insieme nel loro appartamento in via Padova.

La famiglia di Ioan e Marco, dopo lo sgombero alcuni anni fa del campo irregolare alla periferia di Milano nel quale viveva, è stata accolta dalla Casa della carità e ora è autonoma e indipendente. Papà e mamma lavorano entrambi e, racconta quest'ultima, sono molto orgogliosi del percorso musicale intrapreso dai figli. “Durante il concerto – racconta la madre, ricordando l'evento del 27 novembre 2011 nella sala Verdi del Conservatorio – mi sono emozionata moltissimo. Da grandi faranno i musicisti? É ancora presto per dirlo, ora devono pensare alla scuola, ma se decidessero, io sarei contenta”. L'obiettivo del progetto è, infatti, inserire i ragazzi rom che lo desiderano all'interno dei corsi del Conservatorio. Proprio come tutti gli altri giovani musicisti.

Notizie PERSONE

  1. 19/01/19 | Raccolta straordinaria di indumenti invernali

    Sabato 19 gennaio dalle 9 alle 18, i volontari del guardaroba vi aspettano in via Brambilla 

     
  2. 04/01/19 | Don Colmegna: continueremo ad agire secondo il principio "Prima le persone"

    Una riflessione del nostro presidente nel dibattito nato dall'intenzione di alcuni sindaci di sospendere parti del decreto sicurezza

     
  3. 03/01/19 | Aprite i porti per Sea Watch e Sea Eye, sono in gioco le vite di 49 esseri umani

    Inaccettabile lasciare in balia delle onde le persone salvate dalle due ONG, cui non viene concesso un porto sicuro

     
  4. 18/12/18 | Natale: un momento intenso di gioia e condivisione

    Il messaggio di don Colmegna per il 25 dicembre e il calendario delle iniziative fino al 6 gennaio 2019. LEGGI L'OMELIA DELLA NOTTE DI NATALE

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina