FlexCMP

I Nuovi trovadori all'anteprima del Festival Biblico di Vicenza

19 marzo 2012

Il gruppo musicale che canta le poesie di padre Turoldo si esibirà insieme a padre Ermes Ronchi. Mercoledì 21 marzo, a partire dalle ore 20.30

Le poesie di David Maria Turoldo musicate e cantate dai Nuovi trovadori insieme agli interventi di padre Ermes Ronchi, biblista dell'Ordine dei servi di Maria. L'ottava edizione del Festival Biblico di Vicenza verrà presentata così, portando anche un po' dell'esperienza della Casa della carità sul palco del santuario di Monte Berico.  

Quello dei Nuovi trovadori, infatti, è un gruppo musicale nato all'interno dei percorsi di accoglienza e autonomia della nostra fondazione. È formato da tre musicisti rom, tre italiani, tre provenienti da India, Cuba e Brasile a cui si è aggiunto un quartetto d’archi costituito da uno studente del Conservatorio di Milano e dagli insegnanti dei corsi riservati ai ragazzi rom da noi seguiti.

"Per tutti questi artisti, la poesia di Turoldo è stata un'occasione di incontro creativo tra culture e stili diversi che si sono fusi indicando un futuro aperto e plurale" spiega il direttore artistico del gruppo Ciro Menale.
Il risultato è un omaggio alla memoria del religioso dell'Ordine dei servi di Maria, scomparso il 6 febbraio 1992. Chitarre e fisarmoniche, violini e contrabbassi, fiati e percussioni fanno da sfondo alle voci cantanti, creando un’atmosfera e un’intensità che, parola di padre Ermes Ronchi, “sarebbero piaciute tanto a Turoldo”.

I Nuovi trovadori, che suoneranno a partire dalle ore 20.30, si erano già esibiti all'anniversario della Casa della carità lo scorso novembre, mentre l'11 febbraio hanno inaugurato le celebrazioni dell'anno turoldiano al Priorato di S.Egidio a Fontanella di Sotto il Monte (Bergamo), il luogo dove padre Turoldo è sepolto.

 

Contatti:
ufficiostampa@casadellacarita.org
ciro.menale@casadellacarita.org

 

Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" - via Francesco Brambilla 10 - 20128 Milano - C.F. 97316770151 - Credits

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito