1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

8 marzo: i consigli di lettura della Biblioteca del Confine

5 marzo 2012

In occasione della festa della donna, le proposte della nostra Biblioteca per leggere, riflettere e anche sorridere in occasione di una ricorrenza internazionale importante

Anilda Ibrahimi - Rosso come una sposa - Einaudi, 2009

Chi sa che un tempo in Albania le spose vestivano di rosso? L’Albania pre e post sovietica vista attraverso gli occhi di 3 generazioni di donne arroccate in un paesino isolato delle montagne albanesi.

 

Luciana Littizzetto - Sola come un gambo di sedano - Mondadori, 2001

Questo libro raccoglie gli sfoghi di una donna tragicamente e comicamente contemporanea. Con il suo stile ironico e dissacrante Luciana Littizzetto coglie nel segno analizzando molti aspetti della vita di oggi.

 

Nando Dalla Chiesa - Le Ribelli. Storie di donne che hanno sfidato la mafia per amore - Melampo, 2006

Sei figure femminili, madri, sorelle, mogli che ribaltano lo stereotipo della donna siciliana simbolo di sottomissione e silenzio, e che attraverso la forza rivoluzionaria dei sentimenti, si ribellano all’ingiustizia, alla politica mafiosa contribuendo alla crescita di una piena coscienza civile.

 

Antonia Fraser - Maria Antonietta. La solitudine di una regina - Mondadori, 2004

Dalla nascita alla corte di Vienna fino al patibolo a Parigi nel 1793, quella di Maria Antonietta, quindicesima figlia di Maria Teresa, è senza dubbio una delle vicende private e pubbliche più drammatiche della storia moderna. In questa biografia Antonia Fraser ricostruisce il difficile viaggio attraverso la vita di questa sfortunata regina. Inviata in Francia dalla madre a soli quattordici anni per sposare il futuro Luigi XVI, fu per tutta la vita "l'odiata austriaca", e come tale rimase un ostaggio della politica estera fin dai suoi primi giorni in Francia. Manipolata dalla sua famiglia austriaca, venne sempre accusata dai francesi di interferire negli affari politici.

 

Lorella Zanardo - Il corpo delle donne - Feltrinelli, 2010

Dice Lorella Zanardo: "Se con il documentario mi ero proposta di lavorare sulla consapevolezza delle donne, di stimolarla e se possibile di approfondirla, a partire dai danni provocati dalla tv, il libro contempla anche la proposta di un metodo concreto su come educare i più giovani a una visione critica dei media: 'Nuovi Occhi per la tv' diventa così un percorso formativo per cambiare, da subito e concretamente". Più di un manifesto, più della ricostruzione di una stagione di lotta contro l'arroganza televisiva, "Il corpo delle donne" è innanzitutto la storia di una donna che ha finalmente detto basta all'abuso mediatico del corpo femminile.

 

Dacia Maraini - La lunga vita di Marianna Ucrìa - Rizzoli, 2002

Marianna appartiene a una nobile famiglia palermitana del Settecento. Il suo destino dovrebbe essere quello di una qualsiasi giovane nobildonna ma la sua condizione di sordomuta la rende diversa: "Il silenzio si era impadronito di lei come una malattia o forse una vocazione". Le si schiudono così saperi ignoti: Marianna impara l'alfabeto, legge e scrive perché questi sono gli unici strumenti di comunicazione col mondo. Sviluppa una sensibilità acuta che la spinge a riflettere sulla condizione umana, su quella femminile, sulle ingiustizie di cui i più deboli sono vittime e di cui lei stessa è stata vittima. Eppure Marianna compirà i gesti di ogni donna, gioirà e soffrirà, conoscerà la passione.

 


Sopra il tavolo della cucina - Donne che intrecciano storie - InterLinea, 2008

“Questo libro nasce proprio intorno al tavolo della cucina. Qui si sono riunite donne del nostro Verbano e donne provenienti da diverse parti del mondo. Donne di differenti culture, lingue, religioni. Queste testimonianze di vita ci mostrano la meraviglia della diversità e la bellezza della solidarietà. Possono aiutare ognuno di noi a capire e a valorizzare la propria storia.” [dalla prefazione]

 


Sumaya Abdel Qader - Porto il velo, adoro i Queen. Nuove italiane crescono - Sonzogno. 2008

Sulinda, 30 anni, nata a Perugia, sposata e con 2 figlie, vive a Milano dove studia lingue all'università per diventare interprete. Come tutte le donne della sua generazione affronta la vita con non poche difficoltà. Con una piccola differenza: è musulmana e porta il velo, e tanto basta perché la si consideri diversa. Camminare per strada, fermarsi davanti a una vetrina, andare in palestra, al mare, in vacanza all'estero, tutto acquista una colorazione speciale. E quello che per le sue coetanee è naturale per lei diventa una parodia o, nella migliore delle ipotesi, una piccola avventura…

 

[sopra, un gruppo di donne a Saint Louis, in Senegal
foto di Fabiola D'Alessandro]

Notizie CULTURA

  1. 18/12/18 | “Prove Aperte” della Scala, anche la Casa della carità tra i beneficiari

    Il ricavato dei biglietti della prova di domenica 14 aprile 2019 sosterrà due progetti della Casa dedicati all’infanzia

     
  2. 10/12/18 | Grazie presidente Mattarella

    La Casa della carità esprime gratitudine al Capo dello Stato per il suo discorso di fine anno

     
  3. 23/11/18 | "Dalle certezze al dubbio: percorsi di deistituzionalizzazione"

    Venerdì 23 novembre alle 9.00, un convegno promosso dalla Casa della carità in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano, per i 40 anni della Legge Basaglia

     
  4. 23/11/18 |  «Le persone sono più importanti delle loro identità»

    Venerdì 23 novembre incontro a Cologno Monzese

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina