1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

"Siamo molto preoccupati"

13 gennaio 2012

Il commento della Fondazione Casa della carità dopo la morte del vigile urbano ieri a Milano

"Dobbiamo abbassare i toni. Dobbiamo colpire i colpevoli senza nessuna indulgenza rispetto a questo, ma non ci devono nemmeno essere capri espiatori". Così don Virginio Colmegna ha commentato la notizia che sarebbero due cittadini sinti i responsabili della morte di un vigile urbano avvenuta ieri a Milano.

"Ci mancherebbe altro che non condannassimo queste persone. Vanno punite. Oggi sono rom, ma potevano essere italiani - ha dichiarato il presidente della fondazione Casa della carità - La nostra linea è sempre stata quella che in una popolazione ci sono le persone che vanno condannate e quelle che vanno elogiate".

"Il buonismo? - ha aggiunto - Non esiste: esiste lo stare in mezzo, con solidarietà e legalità. Adesso non nascondo che siamo molto preoccupati e, anzi, dico di più: questo caso ci incoraggia a rafforzare ancora l'impegno per l'integrazione. Noi abbiamo sostenuto il Patto di socialità e legalità, non giustifichiamo nessuno.  Vorrei solo stare con la parte della famiglia del vigile, e di tutti quelli che rischiano fortemente. L'impegno adesso è quello di non distrarci con inutili polemiche. Non vorrei che nascano speculazioni".

Notizie MILANO

  1. 25/08/20 | 3401264360 il numero unico da chiamare per accedere ai servizi della Casa

    A causa della pandemia da Covid-19, è ora necessario prenotare un appuntamento per accedere a Sportello legale, Guardaroba e Centro d'Ascolto

     
  2. 20/08/20 | Un altro naufragio al largo della Libia: 45 morti

    Casa della carità chiede di fermare l'ecatombe in mare: aprire vie legali di ingresso in Europa ed evacuare i centri di detenzione libici

     
  3. 27/07/20 | #contagiatidalritmo con i Baldanzosi

    Un video realizzato dal gruppo di danza formato da utenti e operatori del progetto Proviamociassieme

     
  4. 27/07/20 | Incontrarsi, confrontarsi, disegnare, fare gruppo... anche da lontano. 

    L'esperienza di "Casa Elena", durante e dopo il lockdown

     
leggi tutte le notizie

 
 
 

Il presidente della fondazione

Vuoi fare una donazione?

Iniziative di spiritualità

 
Torna ad inizio pagina