1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Richiedenti asilo e rifugiati vulnerabili

La Casa della carità attua un progetto di accoglienza specifico per richiedenti asilo e rifugiati vulnerabili. Si tratta di soggetti con malattie organiche, disabilità fisiche o patologie psichiatriche molto complesse. Il progetto è realizzato in convenzione con il Comune di Milano.

Il lavoro con queste persone mira a realizzare interventi sanitari e di cura e al riconoscimento dei diritti di cittadinanza attraverso la regolarizzazione dei documenti e, dove possibile, agendo anche sul piano formativo e di inserimento lavorativo.

Per attuare il progetto la Casa della carità lavora in rete con altri soggetti pubblici e del privato sociale: Centro di consultazione etnopsichiatrica dell’ospedale Niguarda Ca’ Granda, la Questura di Milano e il Laboratorio di antropologia e odontologia forense dell’Università degli studi di Milano.

Il progetto è realizzato da una Associazione temporanea di impresa (ATI) con Cooperativa comunità progetto onslus e Cooperativa farsi prossimo onlus.

Notizie PERSONE

  1. 28/11/18 | Con il Decreto Sicurezza aumenterà l'illegalità e sarà a rischio la coesione sociale

    Don Colmegna: "Continueremo a impegnarci e a lavorare ogni giorno per promuovere politiche di apertura e solidarietà"

     
  2. 27/11/18 | Superamento campi rom: per la Casa occorre seguire le linee della Strategia Nazionale

    Prima di procedere alla chiusura di un insediamento, è necessario condividere percorsi di uscita con le persone che vi avevano trovato casa

     
  3. 05/11/18 | La Casa aderisce all'appello ai parlamentari sulla conversione in legge del Decreto "Sicurezza"

    I firmatari si rivolgono ai senatori perché si adoperino a migliorare le norme sottoposte al loro scrutinio

     
  4. 17/10/18 | Ecco il secondo libro Reti della carità

    «Oltre la cultura dello scarto» con i contributi di Prodi, Lorefice, Zuppi

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina