1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Primo forum scientifico internazionale sulla sofferenza urbana

23-24-25 maggio 2011

Il Souq organizza un incontro internazionale sui problemi sociali politici e sanitari delle grandi città.

"Sofferenza urbana, diritti e buongoverno" è stato il tema del primo Forum scientifico internazionale Souq, tenutosi al Conservatorio Verdi di Milano il 23, 24 e 25 maggio, promosso dalla fondazione Casa della carità e dalla Conferenza permanente per la salute mentale nel mondo "Franco Basaglia".

Per la prima volta, Milano ha ospitato un confronto internazionale fra esperti provenienti da tutti i continenti sui problemi sociali, politici e sanitari legati allo sviluppo e al governo delle metropoli e delle megalopoli in cui si concentra ormai più del 60 per cento della popolazione mondiale. A causa della migrazioni forzate e del costante trasferimento di abitanti dalle campagne alle città oggi 3,4 miliardi di persone vivono nelle grandi aree urbane e, nel 2050, secondo stime ONU, saranno 6,4 miliardi.

Al centro dei lavori una riflessione sul buongoverno e sul malgoverno delle grandi città in relazione a tre temi delicati che, in tutto il mondo, accompagnano i processi di inurbamento: la marginalità giovanile, l'emarginazione psicosociale e la convivenza con gli immigrati da cui scaturiscono sentimenti di paura e resistenza.

Al Forum, coordinato da Benedetto Saraceno, hanno partecipato Laura Boldrini, portavoce UNHCR, Giorgos Kaminis, sindaco di Atene, Catherine Peyge, sindaco di Bobigny (comune dell'Ile-de-France, teatro delle cosiddette rivolte delle banlieus), Paulo Delgado, deputato federale brasiliano e padre della riforma sanitaria del suo paese, Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, Teresa Marzocchi, assessore politiche sociali Regione Emilia Romagna, l'onorevole Jean Leonard Touadi, Lucia Castellano, direttore del carcere di Bollate, don Andrea Gallo, della Comunità di San Benedetto di Genova.

Insieme a loro alcuni fra i nomi più noti della medicina e della ricerca universitaria internazionale, come Alan Rosen dall'Australia, Jean Furtos dalla Francia, Sashi Sashidaran dalla Gran Bretagna, Nadira Barkallil dal Marocco, Roberto Tykanori dal Brasile, Loic Garcon dal Giappone, Dainius Puras, dalla Lituania e gli italiani Eugenio Borgna, Franco Rotelli, Ota De Leonardis, Stefano Allovio, Mario Pollo, Roberto Mezzina, Alessandro Dal Lago, Giovanni Bianchi.

Il Forum è stata la prima di una serie di iniziative nate dall'accordo di collaborazione siglato a Milano tra Franco Rotelli della Conferenza permanente per la salute mentale "Franco Basaglia" e don Virginio Colmegna, presidente della fondazione Casa della carità e del Centro studi-Souq, realtà che da anni operano nel campo della salute mentale e della sofferenza urbana, che non sono soltanto questioni mediche ma investono la sfera dei diritti di cittadinanza e lo sviluppo di una società pienamente democratica.

Notizie CULTURA

  1. 25/09/19 | Con uno sguardo umano, quinto appuntamento

    Mercoledì 25 settembre alla Casa della cultura, incontro dedicato ad ambiente, diritti, etica

     
  2. 23/07/19 | Alla Casa un pranzo d'artista con il Teatro Alkaest

    Da "Il pranzo di Babette", una narrazione sull'accoglienza e la gioia della condivisione

     
  3. 11/07/19 | Perché ci conviene: nuovi strumenti per la promozione del lavoro e dell'inclusione della popolazione straniera in Italia

    L'11 luglio alla Camera, convegno promosso dalla campagna Ero Straniero

     
  4. 11/07/19 | Don Colmegna: basta con lo scontro ideologico sull'immigrazione

    Serve una nuova legge, che promuova legalità e regolarità, sia rispettosa dei diritti umani e serva al Paese per crescere

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina