FlexCMP

"Domande e riposte di cura. Il ruolo della vulnerabilità nell’accesso alla cura: un vero discorso di salute"

17 novembre 2016

Ricerca & Pratica dell'Istituto Mario Negri ha pubblicato un lavoro condotto dalle ricercatrici del Centro Studi della Casa della carità Marzia Ravazzini e Gaia Jacchetti

"Le persone vulnerabili sono una sfida per il sistema sanitario pubblico e un’opportunità per riflettere sul suo funzionamento, mostrando come l’incontro tra domanda e risposta di cura rimane difficile". 

È una delle conclusioni cui arriva l'articolo "Domande e riposte di cura. Il ruolo della vulnerabilità nell’accesso alla cura: un vero discorso di salute", pubblicato sull'ultimo numero della rivista dell'Istituto Mario Negri Ricerca & Pratica e scritto dalle ricercatrici del SOUQ - Centro Studi Sofferenza Urbana della Casa della carità Marzia Ravazzini e Gaia Jacchetti insieme a Tommaso De Filippo, Stefano Guzzetti, Paolo Inghilleri e Andrea Vicenzi. 

La pubblicazione , realizzata insieme ai partner dell'Assistenza Sanitaria San Fedele e dell'ospedale Sacco, si propone, in un contesto di crescente sofferenza urbana, di "studiare il rapporto tra vulnerabilità e organizzazione sanitaria, indagandone le variabili che generano iniquità nell’accesso e complessità nella relazione di cura".

"Domande e riposte di cura. Il ruolo della vulnerabilità nell’accesso alla cura: un vero discorso di salute" si inserisce in un ampio filone di lavoro sul tema della salute seguito dal SOUQ - Centro Studi Sofferenza Urbana che, lo scorso anno ha organizzato il convegno "L'accesso ai diritti di salute della popolazione vulnerabile a Milano" e che, soprattutto, ha ospitato il professor Michael Marmot per una lectio magistralis.

[foto: Jesslee Cuizon via Flickr]

 

Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" - via Francesco Brambilla 10 - 20128 Milano - C.F. 97316770151 - Credits

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito