FlexCMP

Un'accademia di baci per la Casa della carità

Venti studenti di Brera hanno rivisitato la famosa opera di Hayez "Il Bacio". Il 29 ottobre i loro lavori saranno messi all'asta, e il ricavato devoluto alla nostra Fondazione

13 ottobre 2015

Per tutta la durata di Expo, quindi da maggio a ottobre, si è sviluppato il progetto di promozione culturale "Milano città al bacio®", il cui obiettivo voleva essere quello di produrre cultura, riscoprendo le eccellenze del Made in Italy e valorizzando  due dei maggiori elementi distintivi e di tradizione del nostro Paese: il buon cibo e l'arte.

Icona artistica del progetto, che ha anche un forte legame storico e culturale con la città, è "Il bacio" di Francesco Hayez. Per questo, in accordo con la Sovrintendenza per i Beni storici, artistici ed Etnoantropologici della città, Milano città al bacio® ha sponsorizzato il nuovo allestimento della sala della Pinacoteca di Brera, che ospita l'opera del pittore romantico, datata 1859.

Inoltre, in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Brera, 20 studenti di diverse nazionalità che frequentano l'accademia stessa sono stati invitati a rielaborare, secondo il proprio gusto e la propria sensibilità artistica, il dipinto di Hayez. Ne è nata una mostra itinerante, che da maggio è stata ospitata in diversi luoghi della città.

Ora, l'esposizione è arrivata alla sua ultima tappa e le opere dei giovani artisti internazionali saranno protagoniste di un gesto di solidarietà concreta in favore della Casa della carità. Giovedì 29 ottobre alle 19, Palazzo Bovara ospiterà l'evento "Un bacio alla Milano degli ultimi", durante il quale si svolgerà l'asta delle 20 tele, il cui ricavato sarà devoluto alla nostra Fondazione. La serata sarà animata da un noto personaggio dello spettacolo che, in veste di simpatico battitore d'asta, metterà in vendita le 20 opere ispirate al Bacio di Hayez.

“Per chi, come noi della Casa della carità, ha sempre cercato di coniugare accoglienza e cultura l’iniziativa che ha coinvolto i giovani dell’Accademia di Belle Arti è un boccata d’ossigeno importante: è un aiuto a chi ha bisogno di tutto", è stato il commento del nostro presidente don Virginio Colmegna.


giovedì 29 ottobre
ore 19
Palazzo Bovara
corso Venezia, 51
Milano


 

Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" - via Francesco Brambilla 10 - 20128 Milano - C.F. 97316770151 - Credits

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito