FlexCMP

Dalla Romania a Milano, una visita di studio sull'inserimento lavorativo delle donne

7 settembre 2015

Nell’ambito del progetto “Innovazione sociale per lo sviluppo sostenibile delle donne”, promosso da The Foundation for an Open Society di Bucarest, la Casa della carità ha organizzato una visita di studio e conoscenza a Milano, per approfondire la realtà italiana

La tre giorni, che si svolge da oggi fino a mercoledì 9 settembre, è introdotta da Fiorenzo De Molli della Casa della carità e si apre con la presentazione, a cura della ricercatrice Elisa Veronelli, delle “Condizioni lavorative delle donne in Europa: il caso italiano”, a cui segue l’intervento del responsabile del Dipartimento Politiche sociali della Camera del Lavoro di Milano, Corrado Mandreoli.

Insieme a lui, si discute degli effetti della crisi economica sull’occupazione, analizzando i settori strategici su cui puntare nel futuro per promuovere l’inserimento lavorativo delle donne.

Nel pomeriggio, si prosegue con la visita Centro per la Mediazione al Lavoro (Celav), dove saranno presentati i progetti messi in campo dal Comune di Milano per l’inserimento lavorativo delle donne svantaggiate.  

La giornata di martedì è dedicata, in particolare, al tema dell’inserimento ed inclusione lavorativa delle donne rom, con interventi degli esperti della Casa della carità Fiorenzo De Molli, Donatella De Vito e Bianca Rizzo.

I  partecipanti alla visita di studio si recano poi al “Centro di Formazione Fleming” del Comune di Milano, che si occupa di formazione di soggetti disoccupati e inoccupati, con particolare attenzione alle fasce socialmente deboli, dove interviene anche l’assessore al Lavoro del Comune di Milano Cristina Tajani.  

Nella terza giornata, sono presentati alcuni casi di formazione al lavoro (on the job education), come il progetto che ha coinvolto la nostra Fondazione in collaborazione con Paredes Italia, azienda che si occupa di strumenti per l’igiene professionale.

Intervengono Demo Collu, Bianca Sivieri e Bianca Rizzo dell’area lavoro della Casa della carità. Sono inoltre presenti due donne che hanno partecipato con successo al programma, e che raccontano la loro esperienza.

Nel pomeriggio, si conclude con la visita al “Welcome Centre” di Milano, un centro diurno per la formazione professionale delle donne migranti.

 

Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" - via Francesco Brambilla 10 - 20128 Milano - C.F. 97316770151 - Credits

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito