1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

La festa dell'Eid al-Fitr alla Casa

8 agosto 2013

Oggi si chiude il mese di Ramadan: i messaggi del Papa e dell'Arcivescovo di Milano e il racconto della nostra direttice Silvia Landra

Oggi è la festa islamica di Eid al-Fitr che segna la conclusione del Ramadan, il mese di digiuno che i musulmani praticanti osservano ogni giorno dall'alba al tramonto. Per questa occasione, una delle ricorrenze più importanti della religione islamica insieme alla Festa del Sacrificio, sia Papa Francesco che l'Arcivescovo di Milano Angelo Scola hanno scritto una lettera ai fedeli islamici.

Il primo, nel suo testo rivolto “ai musulmani del mondo intero”,  ha posto l'accento sul tema della “promozione del mutuo rispetto”. “Riguardo all’educazione della gioventù musulmana e cristiana – ha scritto il Pontefice – dobbiamo formare i nostri giovani a pensare e parlare in modo rispettoso delle altre religioni e dei loro seguaci, evitando di mettere in ridicolo o denigrare le loro convinzioni e pratiche... È così che può crescere un’amicizia sincera e duratura”.

Il Cardinal Angelo Scola invece si è rivolto “ai fedeli e ai responsabili delle comunità Musulmane di Milano e Lombardia” sottolineando la condivisione, “in quanto credenti, di sfide e responsabilità”. “L'anniversario dell'Editto di Milano e l'approssimarsi dell'Expo 2015 – ha aggiunto l'Arcivescovo – ci trovino attenti custodi e capaci interpreti dell'immenso tesoro di principii e valori di cui siamo eredi, al servizio delle nostre comunità e della società civile”.

Entrambi i messaggi sono stati accolti con favore alla Casa della carità dove gli ospiti di fede musulmana sono numerosi e dove, proprio per questo, venerdì sera si festeggerà l'Eid al-Fitr con una cena comunitaria, con un giorno di ritardo per permettere a tutti i fedeli di chiudere il Ramadan anche all'interno delle proprie comunità.

“Nella nostra Casa – spiega la direttrice Silvia Landra – i musulmani rappresentano un folto gruppo, spesso sono la maggioranza. Ci siamo abituati a loro e loro si sono abituati a noi. Noi e la nostra forte tradizione culturale cattolica siamo una minoranza che sta bene in mezzo ai tanti amici che professano quella religione che, secondo le letture più superficiali, dovrebbe farci paura e spingerci sulla difensiva. E invece ci rende tutti molto curiosi”.

Il Ramadan, in quest'ottica, è stato un chiaro esempio. “A livello organizzativo – continua Silvia –  abbiamo ripensato la scansione delle giornate e la distribuzione del cibo, ma questo mese ha portato all'interno della quotidianità della Casa il forte valore educativo del digiuno”. E quindi ora è giusto festeggiarne la conclusione, tutti insieme, come accade da anni ormai. “Anche se l' Eid al-Fitr è una ricorrenza musulmana, credo che ben rappresenti il bisogno di preghiera e festa che condividono tutti gli uomini di qualsiasi fede”.  

“Momenti come questi  – conclude la direttrice – ci ricordano ancora una volta che l'inclusione sociale non è un movimento univoco, ma di reciprocità. Ci si include a vicenda diventando tutti un po' meticci, non nella confusione, ma nel riconoscimento di sé nell'altro”.

[sopra, la preghiera di chiusura del Ramadan a Milano, all'arena, la mattina di giovedì 8 agosto - foto: repubblica.it]

Notizie MILANO

  1. 04/03/19 | 2 marzo, in duecentomila per i diritti e l’inclusione

    "Milano ha dimostrato e dimostra ogni giorno che l'accoglienza è un seme di coesione sociale" 

     
  2. 25/02/19 | Con uno sguardo umano, secondo appuntamento

    Lunedì 25 febbraio alla Casa della carità, incontro dedicato alle disuguaglianze

     
  3. 23/01/19 | Casa della carità e Casa della cultura insieme, per tornare ad avere uno sguardo umano

    Da lunedì 28 gennaio, un ciclo di incontri di informazione e riflessione 

     
  4. 19/01/19 | Raccolta straordinaria di indumenti invernali

    Sabato 19 gennaio dalle 9 alle 18, i volontari del guardaroba vi aspettano in via Brambilla 

     
leggi tutte le notizie

 
 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina