1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Vicini agli ospiti dell'Hotel Michelangelo

Un breve momento musicale per incoraggiare chi è in quarantena, organizzato dall'Associazione Amici Casa della carità

20 maggio 2020 

Un segnale di incoraggiamento e vicinanza per tutti gli ospiti dell'Hotel Michelangelo. È questo lo spirito che ha spinto l'Associazione Amici Casa della carità a proporre un breve momento musicale all'esterno della struttura che ospita le quarantene di chi non può rimanere al proprio domicilio, nel rispetto delle norme di distanziamento.

L'iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Fondazione Casa della carità e la cooperativa sociale Proges, che interviene in supporto logistico e organizzativo con ATS Milano e ASST Nord Milano nella gestione sociosanitaria dell'albergo. A esibirsi la formazione musicale Volwo composta da Paz da Fina, voce e chitarra acustica, e Roberto Romano, sassofono, che hanno proposto qualche brano di repertorio blues, jazz e world music; organizzazione e management: Valerio Gallinella.

«L'idea - ha spiegato Maria Grazia Guida, presidente di Amici Casa della carità - è regalare una piccola situazione di natura culturale e di alleggerimento alle persone isolate nelle stanze. Ma è anche un atto simbolico per ricordare a Milano l'esistenza di questo luogo, che permette a cittadini socialmente fragili o con appartamenti troppo piccoli di vivere in sicurezza il periodo di quarantena fiduciaria, una scelta rivelatasi lungimirante da parte dell'amministrazione comunale e del sindaco Sala».

All'Hotel Michelangelo sono stati finora accolti 23 ospiti della Casa della carità, che vengono continuamente seguiti e supportati dagli operatori. «Continuiamo a considerarli dei nostri  - ha detto don Virginio Colmegna, presidente della Fondazione Casa della carità - facendo in modo che non si sentano anonimi e invisibili, ma persone con un volto e una storia. L'isolamento cui sono costretti li rende protagonisti della costruzione di sicurezza e coesione che riguarda tutti. Questa iniziativa loro dedicata è in realtà un ringraziamento».

«La nostra cooperativa - ha dichiarato Luigi Regalia, project manager di Proges - è lieta di condividere un nuovo appuntamento musicale per allietare gli ospiti dell'albergo temporaneamente trasformato in alloggio per le quarantene. Contemporaneamente vogliamo ringraziare i tanti collaboratori delle diverse realtà che cooperano nel progetto, che in questi primi 50 giorni dell'iniziativa hanno lavorato per meglio accogliere e gestire i bisogni sociosanitari degli ospiti passati, presenti e per tutti quelli che ne avranno ancora bisogno».

Gli artisti di Volwo non sono alla prima collaborazione con Casa della carità. Nei mesi scorsi hanno proposto spettacoli e concerti nella struttura di accoglienza di via Brambilla e hanno girato il videoclip di un loro singolo nell'auditorium della Fondazione.

 
 

Notizie CULTURA

  1. 13/10/20 | Annuario SOUQ 2020: “Democrazia e territori"

    Il volume raccoglie gli articoli editi dal Centro Studi SOUQ della Casa della carità, pubblicato da Il Saggiatore

     
  2. 05/10/20 | L'Enciclica "Fratelli tutti" è un dono per tutta l'umanità

    Una riflessione del nostro presidente don Virginio Colmegna sull'ultimo testo di Papa Francesco

     
  3. 30/09/20 | Oltre l’emergenza: la comunità è salute

    Mercoledì 30 settembre a Roma e online, un convegno per rilanciare la sanità pubblica
    ripartendo da salute e comunità

     
  4. 28/09/20 | La riforma della sanità ha bisogno dei territori

    È quanto hanno detto i rappresentanti dell'Associazione "Prima la comunità" al Ministro della Salute Roberto Speranza

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Vuoi fare una donazione?

Iniziative di spiritualità

 
Torna ad inizio pagina