1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 

 
 

Contenuto della pagina

 

Concluso il laboratorio di lettura dedicato ai bimbi del quartiere Crescenzago

21 gennaio 2014

“La lettura per nutrire il pianeta e dare energia alla vita”, il progetto di avvicinamento alla lettura della nostra Biblioteca del Confine che ha coinvolto gli alunni delle scuole primarie Bottego e San Mamete, si conclude con la restituzione alle classi del materiale raccolto durante gli incontri di quest’autunno

Il protagonista dei romanzi per l’infanzia di Daniela Morelli si chiama Martino, ha nove anni, è dislessico e racconta le sue storie attraverso un piccolo registratore ad alta fedeltà.  Martino è stato il compagno di viaggio per i duecento bambini delle scuole primarie milanesi di via San Mamete e Via Bottego che hanno partecipato al percorso di promozione della lettura “La lettura per nutrire il pianeta e dare energia alla vita” promosso dalla Biblioteca del Confine e terminato a dicembre 2013.

Come Martino, i bimbi delle classi terze e quinte hanno giocato con la voce e registrato le risposte alle domande preparate per loro dagli operatori del progetto. “Dovendo partire per un viaggio misterioso e avventuroso, quale oggetto porteresti con te?” è stato chiesto ai bimbi di terza che avevano letto “Click, ragazzo in mare”; “Nell’avventura che tra poco affronterai, l’inizio della scuola media, chi vorresti accanto a te per aiutarti?” è stata invece la domanda per le quinte che avevano letto la più complessa avventura di “Click, mistero a Colosseo”. Un percorso ludico che li ha portati ad approfondire le dinamiche narrative dei romanzi e culminato nell’incontro con l’autrice dei due volumi, una Daniela Morelli gioiosa e coinvolta, che ha concluso il lavoro di ogni classe.

“È stato un impegno importante ma anche molto divertente – spiega Cecilia Trotto, responsabile della Biblioteca del Confine e del progetto – i bambini arricchiscono tutto con la loro fantasia, rovesciano le aspettative del lavoro preparato a tavolino, portano la loro immediatezza, ti sorprendono su aspetti della lettura che un adulto intuisce a fatica”.

“Uno dei laboratori è stato interrotto dall’arrivo di un nuovo alunno, un bimbo straniero, in Italia da pochi giorni – racconta Isabel Pogany, mediatrice culturale coinvolta nel progetto – è stato un momento intenso e stupefacente, il calore dei bimbi e la loro attenzione per i bisogni di questo nuovo amico. Forse la più grande lezione di questo laboratorio l’abbiamo portata a casa noi”.

L’Assessorato alla cultura di Milano ha contributo al progetto e l’assessore Francesco Cappelli ha voluto condividere con i bambini l’incontro con l’autrice del 21 novembre scorso dedicando loro un pensiero: “Un libro non è solo importante leggerlo ma soprattutto viverlo perché, come quando si viaggia con la fantasia, si scopre molto, ci si conosce meglio e si affronta meglio la vita”,

“Dal 2008 avrò incontrato, senza esagerare, 15.000 bambini – spiega l’autrice, Daniela Morelli – e dove c’è il lavoro di operatori come quelli della Biblioteca del Confine il mio lavoro è davvero facilitato, i bambini sono accompagnati in una riflessione profonda sui temi complessi che io metto nei miei libri. Spero che questo tipo di incontri lasci ai più piccoli il gusto di stare soli con il proprio libro e fantasticare”.

"È stato un lavoro che ha favorito la conoscenza e la ricchezza della diversità culturale; una preziosa occasione per verificare la sintonia e la comunione di intenti tra la Biblioteca del Confine e il piano formativo della nostra scuola - riflette Massimo Rizza, dirigente del plesso scolastico coinvolto dal progetto – Un buon auspicio per il futuro e per altre occasioni di collaborazione".

“Questo progetto – commenta don Virginio Colmegna, presidente della Fondazione Casa della carità – conferma la volontà della Casa della carità di aprirsi al quartiere e alla città per diventare un luogo di pensiero e riflessione. Spero che questi bimbi diventino lettori voraci, abbonati e frequentatori assidui della nostra biblioteca. Tanti di loro hanno già chiesto la tessera”.

Intanto, la prossima settimana gli operatori del progetto consegneranno alle classi un dvd audio video che raccoglie tutto il lavoro svolto insieme ai bambini.

[sopra, un'intervista video con la scrittrice Daniela Morelli]

Notizie CULTURA

  1. 21/11/19 | Il 21 novembre il seminario "Parole perdute da ritrovare"

    Alla Camera del Lavoro di Milano, una giornata promossa dal nostro Centro Studi SOUQ

     
  2. 12/11/19 | Manovra, da Ero Straniero una proposta per la regolarizzazione degli stranieri irregolari

    Dai promotori della campagna per una nuova norma sull'immigrazione, un contributo molto concreto alla legge di bilancio

     
  3. 12/11/19 | Società di Lettura, la forza del libro contro i pregiudizi

    Bookcity 2019 il racconto del viaggio fatto dai nostri minori, dai giovani detenuti di San Vittore e dagli studenti del Volta, sulle pagine del romanzo "La misura di tutto"

     
  4. 29/10/19 | Annuario SOUQ 2019: “Istituzioni e conflitti”

    Il volume raccoglie gli articoli editi dal Centro Studi SOUQ della Casa della carità, pubblicato da Il Saggiatore

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina