1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Una spesa in più per la Casa della carità

5 aprile 2017

Sabato 8 aprile presso la Coop di via Palmanova saranno raccolti beni alimentari destinati ai progetti di custodia sociale della Casa

Sabato 8 aprile, il Comitato Soci Coop di via Palmanova/Benadir ha organizzato una “Colletta alimentare territoriale”, che si svolgerà dalle 8 alle 20. Chi quel giorno andrà a fare la spesa presso il punto vendita di via Palmanova, appunto, potrà acquistare dei prodotti in più, che saranno destinati al progetto di custodia sociale della Casa della carità e alle parrocchie San Giuseppe dei Morenti di Milano e San Giovanni Crisostamo.  

A raccogliere la merce donata saranno presenti, oltre ai volontari coop, anche operatori, ospiti e volontari della Casa della carità e i custodi sociali che operano nei caseggiati popolari del Municipio 2 all’interno del progetto “Scegliere insieme la strada di casa”.   E proprio al progetto di custodia sociale saranno destinati i beni alimentari raccolti: “Una parte sarà utilizzata per gli incontri di socializzazione, durante i quali - spiegano gli operatori della Fondazione Martina Tombari e Jean Pierre Orrù – le signore portano sempre qualcosa da mangiare preparato in casa. Così avranno a disposizione tutti gli ingredienti necessari”.  

Un’altra parte, invece, sarà distribuita agli utenti in occasione delle attività ludiche che vengono proposte sia nei caseggiati che alla Casa della carità. “Questi momenti ricreativi rappresentano anche un pretesto per provare ad avvicinare nuove persone alle nostre attività e intercettare eventuali loro bisogni”, dicono ancora Martina e Jean Pierre.  

Se è la prima volta che viene organizzata una colletta alimentare, la collaborazione tra Casa della carità e Coop prosegue invece da diversi mesi con l’adesione della Fondazione al progetto “Due mani in più” che prevede la consegna della spesa a domicilio a persone anziane, disabili o in situazioni di non autosufficienza.  

Un progetto che, nel caso della Fondazione di via Brambilla, è diventato anche un’occasione di inserimento lavorativo per un giovane ospite, che due volte alla settimana si occupa di ritirare la spesa dal supermercato di via Palmanova e consegnarla ad alcuni anziani dei quartieri Crescenzago, Cimiano, via Palmanova e via Padova, insieme ad un volontario. 

Notizie PERSONE

  1. 27/07/20 | I Sommersi e i Salvati

    La Casa e la campagna Ero Straniero aderiscono all'iniziativa per chiedere di interrompere i finanziamenti alla guardia costiera libica

     
  2. 16/07/20 | L'immagine di quel corpo abbandonato in mare scuote le nostre coscienze

    Serve un decisivo cambio di rotta in tema di politiche migratorie, affinché si fermino le morti nel Mediterraneo

     
  3. 13/07/20 | Il guardaroba della Casa riapre il 7 settembre

    Dal 14 luglio non è più possibile consegnare donazioni di indumenti

     
  4. 01/07/20 | Coronavirus, riaperti i servizi diurni della Casa

    Tornati gradualmente a operare lo sportello legale, lo sportello per la residenza anagrafica e il guardaroba. Il centro d’ascolto è temporaneamente trasferito in piazza Costantino. 

     
leggi tutte le notizie

 
 

Il presidente della fondazione

Vuoi fare una donazione?

Iniziative di spiritualità

 
Torna ad inizio pagina