1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

#CDC10 - CARITÀ E SALUTE

Prendersi cura degli sconfinamenti: i limiti dei saperi specialistici e le disuguaglianze sociali

 

“Alla tendenza verso una formazione orientata alla specializzazione e alla singola professionalizzazione dobbiamo opporre un’idea di formazione che abbracci tutta la vita”.

La decima edizione delle Giornate Studio, che quest’anno vede una edizione a Bologna e una a Milano, nasce dalla coalizione di due Fondazioni come Santa Clelia Barbieri a Bologna e Casa della carità a Milano e non può che rivolgersi a persone desiderose di sconfinare tra i saperi e le discipline senza perdere in rigore scientifico e sapienza tecnica. Si tratta infatti di realtà che pongono al centro dell’attenzione la persona – per definizione innanzitutto originale e non categorizzabile – e il suo contesto, ovvero la comunità familiare, il quartiere, le istituzioni della società civile, il mondo globalizzato.

Si è convinti che lo sconfinamento tra i saperi è contenuto formativo prezioso per cogliere la complessità senza negarla e per favorire quello sconfinamento ancora più determinante che permette ad un operatore o ad un intero staff di generare una relazione di aiuto verso una persona fragile che porti a soluzioni inedite e personalizzate, mai irrigidite su posizioni definite a priori.

La passione per la cura intesa come processo complesso e multidisciplinare che mira al benessere di soggetti e gruppi porta inevitabilmente a valorizzare l’interiorità del singolo (sia esso curante o curato) e al tempo stesso le dinamiche sociali, politiche e mondiali che la esaltano o la mortificano. Dal singolo al mondo globale e viceversa, si può compiere un viaggio esplorativo capace di mettere in luce le differenze, che sono una grande risorsa, e il dramma delle disuguaglianze, che sono tragedia mondiale. 

Le due fondazioni condividono un’idea di salute ampia e articolata, non meramente sanitaria, ma anch’essa realtà capace di sconfinare dentro una visione di quartieri e di città solidali e responsabili. Vari esperti di grande pregio e di indiscussa esperienza si alternano in due appuntamenti formativi proposti a Bologna e a Milano, a beneficio di rappresentanti istituzionali, di operatori socio-sanitari, di soggetti esperti in politiche sociali e di cittadini sensibili ai temi della cura, della salute, dell’integrazione.

La prima Giornata Studio si è tenuta a metà ottobre a Bologna, mentre la seconda è stata inserita all'interno del programma per il decimo anniversario della Casa della carità e si terrà il 26 novembre. Sarà composta da due momenti. Il primo, all'Università degli Studi di Milano Bicocca, è la lectio magistralis del prof. Romano Prodi mentre il secondo è un laboratorio di lavoro. 

 
 

Seminario di Lavoro 
PRENDERSI CURA DEGLI SCONFINAMENTI:
I LIMITI DEI SAPERI SPECIALISTICI E LA SFIDA DELLE DISUGUAGLIANZE 

26 Novembre 2014 - dalle ore 15 alle ore 18.00 
Fondazione Casa della carità “Angelo Abriani” via F. Brambilla 10, Milano 


Saluti 
Don Virginio Colmegna, presidente Fondazione Casa della Carità, Milano 
Don Giacomo Stagni, presidente Fondazione Santa Clelia Barbieri, Bologna 

Intervento d’apertura 
Mauro Ceruti, filosofo, Libera università di lingue e comunicazione IULM, Milano

Modera
Silvia Landra, direttrice strategie culturali Fondazione Casa della carità, Milano 

Partecipano 
Fabio Cavicchi, direttore generale Fondazione Santa Clelia Barbieri, Bologna
Mara Morini, direttore Dipartimento Cure Primarie AUSL di Bologna, Bologna
Gianfranco Schiavone, membro direttivo ASGI, Trieste
Lucia Castellano, consigliere Regione Lombardia, Milano
Don Francesco Savino, presidente Fondazione Santi Medici, Bitonto 

 
 
 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina