1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Sindaci e associazioni si "mettono in gioco" nella battaglia all'azzardo

15 ottobre 2013

Riportiamo l'articolo di Avvenire Milano del 15 ottobre che presenta il coordinamento nazionale della campagna "Mettiamoci in gioco" contro ludopatia e azzardo a cui partecipa anche la Fondazione Casa della carità

Milano e la Lombardia si «mettono in gioco» con­tro l’azzardo. Oggi il Consiglio regionale approverà il progetto di legge per arginare il fe­nomeno delle ludopatie men­tre ieri è partito il coordinamen­to regionale di «Mettiamo in gioco» la campa­gna nazionale nata oltre un an­no fa dalla spin­ta di diverse realtà dell’asso­ciazionismo italiano (Acli, Arci, Auser, Casa della Carità, Libera Fe­derconsumatori e sindacati con­federali sono tra i 17 soci fonda­tori). «Abbiamo trovato una casa per tute le realtà impegnate nella lotta al gioco d’azzardo – ha det­to il portavoce di «Mettiamoci in gioco», don Armando Zappolini – insieme alla campagna naziona­le il coordinamento lombardo si impegnerà a far regolamentare il gioco d’azzardo con una legge quadro che pre­vede anche l’i­stituzione di un fondo nazionale per la preven­zione, la cura e la riabilitazione dei giocatori». «Le diverse realtà sociali di­ventano un sog­getto politico u­nitario – ha commentato il presidente della Casa della Carità don Virginio Colmegna – che sarà in­terlocutore delle istituzioni e va­lorizzerà il lavoro dei sindaci che già si battono per contrastare il fe­nomeno ».

A Milano il 13 novembre ci sarà u­na giornata evento con incontri tra rappresentanti delle istituzio­ni e associazioni per elaborare strategie comuni e approfondi­menti sul tema della criminalità organizzata e delle infiltrazioni mafiose. «La criminalità organiz­zata si arricchisce sia con il gioco legale che con quello illegale – ha spiegato don Zappolini – ci pos­sono essere manomissioni alle slot ma anche forme di accordo tra i vincitori di un premio e le ma­fie in modo che queste ultime rie­scano a riciclare il denaro sporco giustificandolo come vincita». Mi­lano detiene il triste primato di città in cui si è giocato di più nel 2012 con una spesa totale di 5,7 milioni di euro. Pavia il record di spesa pro-capite: 2954 euro l’an­no. «Il dato preoccupa perché è sottostimato: infatti la cifra viene calcolata dividendo le somme spese dai giocatori per il numero degli abitanti, inoltre non contie­ne le cifre spese per il gioco on-li­ne » ha detto Cristina Perilli di Li­bera.

Intanto oggi approda nell’aula del Pirellone il pro­getto di legge che prevede le nuove norme «no-slot», di cui il consigliere Fa­bio Rolfi (Lega) è relatore. Il prov­vedimento, composto di un­dici articoli, rac­chiude e sinte­tizza in un unico testo i progetti di legge depositati da Fratelli d’Italia, Lega, e Pd e dalla giunta Maroni. La legge istituirà un numero ver­de per segnalazioni e richieste di aiuto; realizzerà un marchio re­gionale «no slot»; imporrà la pre­senza nei locali che ospitano slot di materiale informativo sui rischi della dipendenza da gioco ma so­prattutto, prevederà agevolazioni fiscali per chi rinuncia al sistema e imporrà una distanza minima di 500 metri dai luoghi sensibili come scuole e o­ratori. Dopo i ri­lievi da parte del servizio legisla­tivo della giunta regionale su due commi, la com­missione ha de­ciso di riformu­larli ma di man­tenere le indicazioni che introdu­cono ai fini dell’Irap sgravi o ag­gravi per i gestori che decidano o meno di installare slot machine nei propri locali.

 

Notizie MILANO

  1. 04/03/19 | 2 marzo, in duecentomila per i diritti e l’inclusione

    "Milano ha dimostrato e dimostra ogni giorno che l'accoglienza è un seme di coesione sociale" 

     
  2. 25/02/19 | Con uno sguardo umano, secondo appuntamento

    Lunedì 25 febbraio alla Casa della carità, incontro dedicato alle disuguaglianze

     
  3. 23/01/19 | Casa della carità e Casa della cultura insieme, per tornare ad avere uno sguardo umano

    Da lunedì 28 gennaio, un ciclo di incontri di informazione e riflessione 

     
  4. 19/01/19 | Raccolta straordinaria di indumenti invernali

    Sabato 19 gennaio dalle 9 alle 18, i volontari del guardaroba vi aspettano in via Brambilla 

     
leggi tutte le notizie

 
 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina