1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

Decimo anniversario Casa della carità

Da dieci anni la carità è di Casa a Milano

 

“Un calendario di iniziative culturali aperte alla città, pensate integrando appositamente la sua anima civile e quella ecclesiastica, seguendo l'intuizione del Cardinal Martini”.

Ha presentato così don Virginio Colmegna il programma pensato per festeggiare il decimo anniversario della Casa della carità, che cadrà il 24 novembre prossimo.

Gli incontri avranno come ospiti, tra gli altri, il presidente nazionale di Libera don Luigi Ciotti, il sindaco Giuliano Pisapia (il 10 novembre), l'Arcivescovo di Milano Angelo Scola e il filosofo Massimo Cacciari (il 24 novembre), l'economista Romano Prodi e il gesuita padre Giovanni Lamanna (il 26 novembre). 

Nel programma, anche una mostra fotografica, la terza edizione del SOUQ Film Festival al Piccolo Teatro Grassi e la presentazione di un bilancio sociale decennale. 

La parola carità sarà il filo conduttore di tutti gli eventi e verrà declinata in molti modi e secondo tanti temi, dalla salute alla giustizia, dalla globalizzazione alla cultura perché, ha continuato don Colmegna, “c'è bisogno di un dialogo che apra orizzonti nuovi e che consideri davvero la diversità un irrinunciabile tesoro che rende tutti più ricchi”. 

“È una serie di eventi all'insegna della cultura concreta, non astratta, quella con i piedi per terra, legata alle attività di accoglienza che ogni giorno, da dieci anni, portiamo avanti” ha aggiunto il presidente della Fondazione, spiegando come, dal novembre 2004 allo scorso giugno, siano state ospitate in via Brambilla 2.164 persone di 94 nazionalità diverse. Senza contare gli oltre 1.400 profughi siriani, palestinesi ed eritrei accolti tra maggio e settembre, anche grazie alla collaborazione della parrocchia dell'Annunciazione di Affori. 

“L'abbraccio della città – ha concluso don Colmegna – l'abbiamo sentito forte in questi anni, ma non smettiamo di chiederlo: restiamo in emergenza fondi anche se, adesso, è una emergenza ma che vede la testa fuori. E per di più, la sensazione è che, con questa crisi economica e questa situazione internazionale, la domanda di aiuto e di cura stia crescendo”.

 
 


La cena con Giuliano Pisapia inizialmente in programma per lunedì 10 novembre è stata rinviata a causa di impegni improvvisi e improrogabili del sindaco. L'iniziativa verrà riproposta in una data successiva che verrà presto annunciata. 

Il 10 novembre si terrà comunque l'iniziativa dedicata a Teresa Pomodoro "Dall'incertezza alla speranza"

 
 

Il presidente della fondazione

Iniziative di spiritualità

La nostra newsletter

 
Torna ad inizio pagina