1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
Casa della Carità
dona ora
 
 
 

Contenuto della pagina

 

2004 - 2014: le nuove sfide che la povertà ci impone

28 gennaio 2014

Secondo l'Unione Europea, in Italia il 29,9% della popolazione è a rischio povertà o esclusione sociale. "Vogliamo continuare ad accogliere chi ha bisogno d’aiuto con lo stesso spirito e il medesimo entusiasmo di dieci anni fa"

“Abbiamo un impegno per questo 2014: continuare ad accogliere chi ha bisogno d’aiuto con lo stesso spirito e il medesimo entusiasmo di dieci anni fa, quando la Casa della carità ha aperto le sue porte”. Ricorda don Virginio Colmegna, presidente della fondazione: “Chi era con me, nel 2004, non ha mai dimenticato l’emozione del Cardinal Martini all’inaugurazione del progetto che tanto aveva voluto per dotare Milano di un centro di accoglienza che fosse anche un laboratorio sociale e un centro culturale capace di uno sguardo sulla città”.

Si apre nel segno di nuove sfide, questo 2014 del decennale della Casa voluta per sostenere gli ultimi, come li definiva Martini.

I dati più recenti sulla povertà rivelano l’urgenza del problema. Rispetto a dieci anni fa la situazione, nel mondo, è quasi ovunque peggiorata. La metà più povera della popolazione mondiale, nel suo insieme, ha un reddito pari a quello degli 85 paperoni più ricchi della terra. Sette persone su 10 vivono in paesi dove la disuguaglianza è cresciuta negli ultimi trent’anni. E secondo l’Unione europea, in Italia, il 29,9% della popolazione è a rischio povertà o esclusione sociale.

Per chi lavora per accompagnare le persone fuori dall'esclusione e superare le disuguaglianze occorre quindi uno sforzo doppio: “Alla Casa della carità - anticipa don Colmegna - siamo al lavoro per consolidare la nostra accoglienza e per lanciare nuovi progetti”.  A chi ci sostiene, chiediamo di continuarlo a farlo.

 

Notizie MILANO

  1. 25/08/20 | 3401264360 il numero unico da chiamare per accedere ai servizi della Casa

    A causa della pandemia da Covid-19, è ora necessario prenotare un appuntamento per accedere a Sportello legale, Guardaroba e Centro d'Ascolto

     
  2. 20/08/20 | Un altro naufragio al largo della Libia: 45 morti

    Casa della carità chiede di fermare l'ecatombe in mare: aprire vie legali di ingresso in Europa ed evacuare i centri di detenzione libici

     
  3. 27/07/20 | #contagiatidalritmo con i Baldanzosi

    Un video realizzato dal gruppo di danza formato da utenti e operatori del progetto Proviamociassieme

     
  4. 27/07/20 | Incontrarsi, confrontarsi, disegnare, fare gruppo... anche da lontano. 

    L'esperienza di "Casa Elena", durante e dopo il lockdown

     
leggi tutte le notizie

 
 
 

Il presidente della fondazione

Vuoi fare una donazione?

Iniziative di spiritualità

 
Torna ad inizio pagina